Vegetazioni della zona arida dello Sri Lanka

Vegetazioni della zona arida dello Sri Lanka

La vegetazione della zona arida dello Sri Lanka è più evidente nel aree di Hambantota in Sri Lanka meridionale più Puttalam nel nord-Sri Lanka occidentale, dove le precipitazioni sono al livello minimo nell'isola. Di solito, il viaggiatori, che intraprendono un viaggio in Sri Lanka imbattersi Yala e Hambantota dove si può vedere questo tipo di vegetazione.

A causa della grande variazione delle precipitazioni annuali, della vegetazione e delle diverse caratteristiche topografiche, il foreste dello Sri Lanka si dividono principalmente in sei categorie. Il tipo di foresta della zona arida è il meno attraente di tutti questi tipi di foresta ed è dominato da cespugli spinosi e arbusti. Questo tipo di foresta può essere visto nella fascia costiera nord-occidentale da Mannaro a Jaffna più Fascia costiera sud-orientale da Hambantota a Yala.

Non ha strati visibili e la chioma dell'albero è a circa 5 metri dal suolo, a causa del cespuglio spinoso che cresce solo fino a 5 metri al massimo. Si possono vedere sacche di alcuni alberi più alti e pianure erbose soprattutto vicino al sorgenti d'acqua come fiumi, cisterne e ruscelli.

Riva del fiume, dove l'acqua è disponibile in abbondanza è occupata da alberi più alti e grossi come il kumbuk (Termenella arjuna) ed è identificata come tipo di foresta fluviale. Grandi chiome arboree che piegate sul corso d'acqua, ostacolano il calore del sole che raggiunge la superficie dell'acqua, abbassando così la temperatura dell'acqua rispetto alla media.

Nonostante la malsana vegetazione verde rispetto alle foreste pluviali (Foresta pluviale di Singaraja) o foreste montane (Parco nazionale di Horton Plain), ospita a gran numero di specie animalispecie particolarmente grandi e carismatiche come elefanti (Elephas maximus) e cervo. Uno dei posti migliori per vedere la vegetazione della zona arida è Blocco 1 del parco nazionale di Yala. Blocco 1 di Yala è più popolare per l'osservazione del leopardo (Panthera pardus Kotiya) in Sri Lanka ed è abitato anche da altri animali come elefanti, cervi, cinghiali, bufali ecc.

La macchia di spine la foresta è la migliore vegetazione che sopravvive nelle condizioni climatiche come secco, aspro e caldo che prevale nella zona arida. Gli alberi sono alberi nodosi con foglie piccole e la grande spina è un'evoluzione per risparmiare acqua. Soprattutto le piccole foglie sono il carattere distinto della vegetazione della zona secca, che aiuta a risparmiare acqua.

Avere molte piccole foglie invece di poche foglie grandi permette agli alberi di sopravvivere a un attacco distruttivo degli erbivori. La grande spina fornisce protezione contro alcune specie animali nella foresta. Gli alberi forestali che crescono tra gli arbusti spinosi sono costituiti da palu (Manilkara hexandra) e drypetes (Drypetes sepiaria).

Il primo è molto popolare per i suoi rami solidi e orizzontali e viene utilizzato dai leopardi per riposare. Questi alberi hanno foglie piccole, spesse, di colore verde scuro e producono un frutto piccolo, dolce, di colore giallo soprattutto a maggio e giugno. Il frutto attira una variegata fauna selvatica e l'orso bradipo (Melursus ursus) è uno degli animali che ama di più il gusto di questo frutto.

L'Orso è incollato a queste bacche gialle e rompe interi rami nel suo entusiasmo per accedere alle bacche dolci. L'orso lascia cadere bacche in abbondanza, permettendo ad altri animali come cinghiali (Sus scrofa), cervi e un gran numero di altri animali più piccoli di avere la loro parte nella giungla.

Gli arbusti spinosi possono essere visti in una varietà di specie arbustive come la spina ombrello (Acacia planifrons), dotata sia di punte lunghe e diritte che di piccole spine uncinate, raddoppiando così le sue difese. Un gran numero di altre specie appuntite come l'hin katu pila (Flueggea leucopyrus), viene selettivamente mangiato dai cervi nonostante le piccole foglie e le grandi spine. Maha geta kulu (Randia malabarica), ranawara (Cassia auriculara), heen karamba (Carrisa spinarum), katu niyada (Azima tetracantha) e andara (Dichrostachys cinerea) che possiede la spina dall'aspetto più letale di tutte.

L' le piogge si verificano principalmente durante il monsone di nord-est da ottobre a gennaio. Durante il quale l'intera area viene inzuppata e l'acqua di ruscellamento viene infine raccolta in piccoli laghi e zone di pianura. Il resto dell'anno, a parte i pochi mesi durante il monsone, è relativamente secca e l'ultima parte della stagione secca provocano la scarsità d'acqua nella foresta. 

L'animale selvatico vaga spesso nelle zone vicine in cerca di acqua e la vegetazione si secca. Con l'avvento della pioggia l'intera regione viene a vivere e tre, piante, cespugli ed erba diventare verde e aggiungere colore alla bellissima atmosfera.

Le giungle di macchia spinosa sono abitate da un gran numero di specie di uccelli. Ci sono diverse specie di uccelli che sono limitate solo a queste aree. La cicogna dal collo nero, il francolino grigio, il corso indiano e la tortora dal collare eurasiatica sono diverse specie comuni che abitano le vegetazioni delle zone aride dello Sri Lanka.