Tour della fauna selvatica dello Sri Lanka

Anche se lo Sri Lanka non è un paese grande e differisce in molti modi da paesi africani come Kenya e Tanzania, lo Sri Lanka offre molte opportunità per gli appassionati di fauna selvatica. I tour della fauna selvatica dello Sri Lanka mostrano una vasta gamma di animali selvatici per i suoi visitatori. La collezione di fauna selvatica dello Sri Lanka è ricca e vivace, comprende leopardi, elefanti, coccodrilli, scimmie, bufali selvatici, cervi, sciacalli e molte altre specie animali con un gran numero di uccelli, anfibi, insetti e vertebrati.

Nel febbraio 2023, la prestigiosa rivista Forbes ha proclamato lo Sri Lanka come il miglior safari della fauna selvatica al di fuori dell'Africa per l'anno 2023. La rivista elabora ulteriormente questa destinazione per le vacanze nella fauna selvatica in questo modo: "La nazione ha una delle popolazioni più dense del pianeta di leopardi e è senza dubbio il posto migliore per vedere in modo affidabile questi magnifici gatti, anche più della maggior parte dell'Africa. Ci sono anche elefanti asiatici, pavoni, bufali d'acqua, scimmie e orsi bradipi", ha detto.

Sommario

Tour della fauna selvatica dello Sri Lanka

Anche se lo Sri Lanka non è un paese grande e differisce in molti modi da paesi africani come Kenya e Tanzania, lo Sri Lanka offre molte opportunità per gli appassionati di fauna selvatica. I tour della fauna selvatica dello Sri Lanka mostrano una vasta gamma di animali selvatici per i suoi visitatori. La collezione di fauna selvatica dello Sri Lanka è ricca e vivace, comprende leopardi, elefanti, coccodrilli, scimmie, bufali selvatici, cervi, sciacalli e molte altre specie animali con un gran numero di uccelli, anfibi, insetti e vertebrati.

Le possibilità di vedere grandi mandrie di simili ad animali Tour della fauna selvatica africana sono rari sull'isola. Ma Parchi nazionali dello Sri Lanka sono classificati tra i posti migliori per assistere ad animali selvatici come leopardi ed elefanti.

Recentemente condotto un sondaggio su elefanti selvatici hanno rivelato che lo Sri Lanka ha il maggior numero di elefanti selvatici nella regione. A differenza di molti parchi nazionali, sarai in grado di assistere a molti animali selvatici in un'ora safari nello Sri Lanka, A causa della grande concentrazione di animali all'interno di una piccola area geografica.

Il geco è una delle creature domestiche più popolari dell'isola. Queste sono lucertole piccole, notturne e spesso molto vocali. Possono facilmente camminare in direzione verticale sulle pareti con i loro piedini adesivi. I gechi sono innocui per l'uomo e predano le zanzare. Hanno la pelle molto chiara e sono lunghi circa 5-15 cm. Principalmente predano insetti e possono essere molto rumorosi a volte con un rumore simile a "Tschiktschik".

I giardini, i parchi e le foreste degli hotel sono spesso abitati da molte specie di primati. La maggior parte dei primati dello Sri Lanka appartiene alla specie del languore. E anche i macachi possono essere visti molto spesso in Sri Lanka. I macachi sono di taglia più piccola rispetto alla maggior parte dei primati. Sono di taglia più piccola e di colore giallo scuro; i macachi sono aggressivi rispetto ad altri primati, quindi è consigliabile tenersi a distanza da loro.

Quali sono i 5 posti migliori per i tour naturalistici dello Sri Lanka?

  • Parco nazionale di Yala – 306 km da Colombo
  • Parco nazionale dell'Udawalawe – 179 km da Colombo
  • Parco nazionale di Wilpattu 170 km da Colombo
  • Minneriya / Kaudulla - 190 km da Colombo
  • Parco nazionale di Bundala – 263 km da Colombo

Lo Sri Lanka ospita molte dozzine di riserve naturali. Sono stabiliti principalmente a beneficio degli animali selvatici. Alcuni di questi parchi nazionali vengono ampiamente utilizzati per i tour della fauna selvatica dello Sri Lanka. Le cinque riserve naturali sopra menzionate sono i tour naturalistici più popolari in Sri Lanka. Tuttavia, la maggior parte dei parchi nazionali come Parco nazionale di Maduru Oya più Parco nazionale di Somawathiya non sono popolari per le vacanze faunistiche a causa di molti motivi come la difficoltà di raggiungerli in quanto si trovano lontano dalle località turistiche e l'indisponibilità di strutture come alloggio jeep safari.

Quali sono i 5 migliori tour naturalistici dello Sri Lanka?

1. Tour della fauna selvatica dello Sri Lanka a Yala

Con il recente aggiornamento delle infrastrutture dello Sri Lanka, visitare le destinazioni turistiche dell'isola è diventato molto facile e veloce. Immerso nel profondo sud dello Sri Lanka, questo parco nazionale era fuori portata per una gita di un giorno in passato. Tuttavia, ora è diventata un'attrazione turistica con un facile accesso grazie all'autostrada del sud.

In passato, Yala era un posto da visitare in uno Sri Lanka viaggio di due giorni a causa del tempo necessario per viaggiare a Yala da Colombo (i 12 migliori posti da visitare in Sri Lanka in 2 giorni). Tuttavia, Yala è diventata una delle 5 migliori riserve naturali da visitare in Sri Lanka. Il parco nazionale si trova sulla punta meridionale dello Sri Lanka e in passato non è stato possibile visitarlo in un giorno da Colombo. Tuttavia, con la superstrada meridionale di nuova costruzione, ora Yala è una riserva naturale da visitare in Sri Lanka in un giorno.

2. Tour della fauna selvatica dello Sri Lanka a Udawalawe

Udawalawe è una delle migliori riserve naturali da visitare in Sri Lanka in un giorno da Colombo e dalle località balneari della costa occidentale. Udawalawe è piuttosto piccola rispetto alla maggior parte delle altre riserve naturali, ma Udawalawe è uno dei posti migliori per gli elefanti selvatici.

3. Tour della fauna selvatica dello Sri Lanka nel parco nazionale di Minneriya

Il parco nazionale di Minneriya è popolare come luogo per avvistare grandi branchi di elefanti selvatici. Il lago Minneriya e le praterie circostanti attirano un gran numero di elefanti selvatici. Il grande raduno di elefanti selvatici, che conta centinaia, è uno spettacolo molto comune qui. Minneriya ha nascosto 190 km da Colombo, quindi non è una riserva naturale da visitare in Sri Lanka in un giorno se rimani a Colombo. Tuttavia, Minneriya si trova all'interno del triangolo culturale e quindi è una delle migliori riserve naturali da visitare in Sri Lanka in un giorno se si intraprende un viaggio nel triangolo culturale.

4. Tour della fauna selvatica dello Sri Lanka per vedere le balene al largo di Mirissa

L'osservazione delle balene è un'attività molto popolare tra i viaggiatori in Sri Lanka. L'isola è diventata un punto caldo per l'osservazione delle balene nella regione negli ultimi anni a causa dell'abbondanza di balenottere azzurre al largo della costa meridionale dello Sri Lanka. Guardare le balene durante una gita in barca è un'attività popolare ed è oggi una delle attrazioni turistiche più popolari dell'isola. Ci sono tour giornalieri di osservazione delle balene organizzati da tour operator locali come i tour Seerendipity e la maggior parte di essi inizia a Colombo e in altre località balneari della costa occidentale.

5. Tour della fauna selvatica dello Sri Lanka nella foresta pluviale di Sinharaja

Lo Sri Lanka è il paradiso per gli amanti del birdwatching. L'isola ospita più di 200 specie di specie di fauna aviaria e più di 2 dozzine di esse sono endemiche dell'isola. Le foreste pluviali di pianura come Sinharaja e Kanneliya sono i posti migliori per il birdwatching in Sri Lanka. Sinharaja è un hotspot di super biodiversità e una delle migliori riserve naturali da visitare su a Gita di un giorno in Sri Lanka o come parte del Giro dello Sri Lanka. La foresta pluviale è convenientemente situata vicino alla costa occidentale e ci vogliono solo 3 ore per raggiungerla da Colombo e dalle spiagge della costa occidentale.

QUALI ANIMALI ABBIAMO IN SRI LANKA WILDLIFE TOURS?

  • Leopardo
  • Elephant
  • Coccodrillo
  • Orso bradipo
  • Cervo
  • Sciacallo
  • Cinghiale
  • Bufalo selvatico
  • Scimmia
  • Monitor di terra
  • Specie di uccelli
  • Mangusta
  • Anfibi
  • Leopardi neri

A causa dell'elevata concentrazione di fauna e flora all'interno della piccola area geografica, lo Sri Lanka è riconosciuto come uno dei principali hotspot di biodiversità al mondo. I viaggiatori possono assistere a una vasta gamma di specie animali nei loro tour naturalistici dello Sri Lanka:

Specie animali che possono essere osservate durante i tour della fauna selvatica dello Sri Lanka

  • 97 specie di mammiferi terrestri (inclusi elefanti, leopardi, bradipi e pangolini in pericolo di estinzione)
  • 29 specie di mammiferi marini (28 specie di cetacei - balene, delfini e focene - e una specie di dugongo)
  • Almeno 31 specie di pipistrelli
  • 492 specie di uccelli (compresi 33 endemici identificati)
  • Circa 11,144 specie di insetti (comprese 245 specie di farfalle e 130 specie conosciute di libellule)
  • 387 specie di ragni (di cui 275 endemiche)
  • Oltre 120 specie di anfibi (di cui 90 endemiche)
  • 95 specie di pesci d'acqua dolce
  • 70 specie di alberi conosciuti
  • 3,210 piante da fiore
  • oltre 100 cascate,
  • 103 bacini fluviali naturali
  • 501 aree protette

Elefanti, la maggior parte degli animali selvatici che vedono nei tour della fauna selvatica dello Sri Lanka

L'elefante è l'animale più grande dell'isola. Li incontri non solo nei parchi nazionali ma anche in alcune aree popolate di zone aride. Ad esempio, insieme all'autostrada tra Polonnaruwa e Habarana.

Circa 150 elefanti vengono addomesticati e addestrati per svolgere varie attività. Oggi sono utilizzati principalmente nelle attività religiose e negli eventi tradizionali. Gli elefanti non sono più impiegati per svolgere compiti noiosi e difficili come trasportare tronchi pesanti nelle giungle.

Con più di 5800 elefanti selvatici nella giungla, Sri Lanka ha il maggior numero di elefanti selvatici in Asia. IL Cerimonia dell'Esala è partecipato da un gran numero di elefanti splendidamente vestiti e un elefante è incaricato di portare l'elemento più sacro per i buddisti, vale a dire Nel campo or Reliquia del dente intorno alla città di Kandy.

Le manguste si incontrano molto spesso sull'isola. Sono molto timidi e si nascondono in un lampo quando incontrano un essere umano. Di solito predano serpenti, uccelli, uova di uccelli e insetti. Anche le lucertole monitor possono essere individuate molto spesso sul ciglio delle strade.

Leopardo, il più grande carnivoro nelle giungle dello Sri Lanka

Il leopardo dello Sri Lanka (panthera pardus koty) è il più grande carnivoro delle giungle dello Sri Lanka. tuttavia, il leopardo è il più difficile da vedere nei tour naturalistici dello Sri Lanka. Oltre ai leopardi, altre tre specie di gatti selvatici nello Sri Lanka sono il gatto pescatore, il gatto della giungla e il gatto rugginoso. Tutte e tre queste specie di gatti sono più piccole dei leopardi, ma hanno uno stile di vita simile ai leopardi, prevalentemente carnivori. Questi gatti appartengono all'ordine dei carnivori e la famiglia è Felidae.

Anche se il parco nazionale di Yala è uno dei posti migliori per assistere ai leopardi, può essere difficile riprenderli con la fotocamera. Essendo molto timido non è facile individuarli nella giungla. Il leopardo dello Sri Lanka differisce in molti modi dagli altri grandi felini del mondo. I leopardi sono i carnivori più temibili e più grandi dell'isola. Il leopardo dello Sri Lanka (panthera pardus kotiy) è una sottospecie di leopardo comune ed è endemico dello Sri Lanka. I leopardi dello Sri Lanka sono più grandi delle loro altre controparti da vedere nel continente africano. Wilpattu e Yala sono i parchi nazionali più popolari per vedere i leopardi.

Vedere il gatto pescatore (Felis vierina) durante i tour della fauna selvatica dello Sri Lanka

Il gatto pescatore è un animale di taglia media che misura circa un metro di lunghezza e ha una coda lunga circa altri 30 cm. Un gatto pescatore ben cresciuto pesa tra gli 11 e i 15 kg. Le loro dimensioni corporee sono simili alle dimensioni del cane medio del villaggio.

L'animale è di colore grigio-brunastro e ha un mantello di pelo corto. Come nei gatti, diverse strisce corrono dalla fronte al collo dell'animale. Ci sono due strisce orizzontali sulla guancia di colore chiaro. Macchie nere possono essere viste lungo la lunghezza del corpo in più file. Non ci sono segni sulle zampe ma ci sono degli anelli sulla coda.

Come suggerisce il nome, dipende in gran parte dagli animali acquatici per il suo cibo. I gatti pescatori vivono principalmente in aree dove l'acqua è abbondante, come paludi, fiumi, canneti, mangrovie e torrenti di marea. Raramente sono visti lontano dall'acqua.

Il gatto pescatore mostra un'ampia distribuzione in molte parti dell'Asia e nelle regioni del sud-est asiatico. Sono buoni cacciatori e capaci di uccidere cani, capre e talvolta animali più grandi. Sono un rispettabile cacciatore di pesci; si adagia sulle sponde del fiume o su uno scoglio vicino all'acqua e adesca con le zampe i pesci che vengono a galla. Sono molto abili nel nuoto e catturano il pesce con le mascelle con un breve tuffo.

Il gatto della giungla (Felis chaus)

Il gatto della giungla è considerato un gatto di taglia medio-piccola che pesa tra i cinque ei sei chilogrammi. È lungo quasi un metro dal naso alla coda. Anche se la loro forma del corpo è simile ai gatti domestici, sono più alti dei gatti domestici a causa delle loro gambe lunghe. Una caratteristica unica del gatto è la coda relativamente corta rispetto alla lunghezza del corpo.

Il Colore può essere descritto come da bruno-rossastro a grigio-giallastro. La coda presenta anelli neri verso l'estremità della coda mentre sono presenti strisce orizzontali scure sulla zampa. Si verificano in molte parti del mondo; dall'Egitto attraverso il Medio Oriente e l'Asia meridionale fino al Sud-est asiatico. Il loro habitat abituale è principalmente limitato alle zone più asciutte. Il gatto della giungla dipende da piccoli animali e uccelli per soddisfare le sue esigenze alimentari. In alcune occasioni sono noti per attaccare il pollame negli abitanti del villaggio.

Il gatto rugginoso (Felis rubignosa)

Il gatto Rusty-spot è un piccolo animale ed è il gatto selvatico più piccolo del mondo. Pesa appena 2 chilogrammi ed è lungo mezzo metro. Ha un mantello grigio-marrone con macchie color ruggine con diverse strisce lungo la testa e lungo la guancia. Preda principalmente piccoli rettili, roditori, uccelli appollaiati e nidificanti a terra. Mostrano un'ampia distribuzione in India e Sri Lanka. Si stanno verificando in tutto lo Sri Lanka.

I leopardi sono considerati la principale minaccia per questi felini minori nella giungla. Anche se non ci sono completamenti diretti tra questi gatti e il leopardo per le risorse, c'è un pericolo sempre presente per queste specie dal leopardo. La distruzione degli habitat viventi attraverso la deforestazione è considerata una seria minaccia per la sopravvivenza di questi gatti.

Cervo topo (Trangulus meminna)

Uno dei nomi alternativi per il cervo topo è noto come chevrotain ed è comunemente noto come Meeminna in lingua singalese. Il nome singalese ha contribuito alla sua nomenclatura scientifica.

Il cervo topo è un piccolo animale che cresce al massimo di trenta centimetri di altezza. Gli animali più grandi di questo genere si trovano in diversi paesi del sud-est asiatico, ma sono comunque relativamente più piccoli del cervo medio. Questa è una specie di cervo senza corna; denti canini molto allungati stanno sostituendo il corno.

I denti caning sono usati per la difesa e il combattimento e sono chiamati "zanne". Le zanne dei maschi sono più grandi delle zanne delle femmine e sporgono sotto il labbro superiore. Le dimensioni ridotte del suo corpo li fanno uccidere spesso dai cani del villaggio e dai gatti domestici.

I topi si trovano in basso nella catena alimentare e la loro migliore difesa è l'occultamento. I topi hanno un motivo a strisce beige sui loro cappotti. Hanno macchie nelle aree di sfondi buff più scuri, che li aiutano a mimetizzarsi.

Il cervo topo è un animale visto molto raramente nella giungla a causa del suo stile di vita segreto. Rimangono nascosti nella giungla per la maggior parte del tempo. Il cervo topo è un animale con un'ampia distribuzione sull'isola che copre tutte le principali zone climatiche (zona secca e zona umida). A volte possono essere visti in periferia come a Colombo. Ma a causa delle loro abitudini segrete impediscono loro di essere notati.

Cervo che abbaia (Muntiacus muntjak)

Questa specie di cervo è conosciuta come muntjac e si trova in tutte le parti dei paesi dell'Asia meridionale e orientale. I cervi da forno mostrano una distribuzione geografica molto più ampia all'interno dei paesi dell'Asia meridionale e orientale rispetto alla maggior parte delle specie di cervi nel mondo. I cervi che abbaiano possono essere suddivisi in diverse sottospecie e razze. Di solito è di taglia piccola e grande quanto il cane medio del villaggio, ha il pelo bruno-rossastro e non è simile a nessun altro animale del paese.  

Si trova principalmente negli habitat boschivi. Il corno del cervo che abbaia è corto e ha due denti e due prominenti possono essere visti sotto la pelle del viso del cervo. Il nome muntjac deriva dal suo richiamo, che è simile alla corteccia e molto forte a volte è il richiamo molto più forte per un animale delle sue dimensioni. Di solito vivono individualmente; a volte si possono vedere anche coppie e occasionalmente piccoli gruppi familiari. I cervi che abbaiano sono timidi, i posti migliori per osservarli Sri Lanka sono Wilpattu più Parchi nazionali di Wasgamuwa.

Il parco nazionale di Wilpattu è considerato essere uno dei posti migliori per vedere la fauna selvatica come i cervi che abbaiano a causa della sua abbondanza nel parco. Il parco nazionale di Wilpattu è stato chiuso per 18 anni durante la guerra civile nel paese e oggi è aperto al pubblico.

Alcune delle altre specie di cervi nel parco nazionale di Wilpattu, come la popolazione di cervi Axis e Sambar, sono state ridotte a un ritmo allarmante durante lo stesso periodo.

Si ritiene che la caccia illegale sia stata la ragione della riduzione di alcuni animali e dell'aumento di parte della popolazione animale, mentre non sono presi di mira dai cacciatori. Gli habitat viventi di Barking deer e Axis deer mostrano differenze ecologiche distinte e occupano diverse nicchie ecologiche.

Non c'è competizione per il cibo tra il cervo dell'Asse e il cervo della corteccia poiché vivono in nicchie ecologiche diverse. Tuttavia, si ritiene che la riduzione della popolazione di Sambar nel parco nazionale di Yala sia un vantaggio per i cervi che abbaiano.

Cervo porco (Cervus porcinus)

Il cervo suino è uno degli animali raramente visti sull'isola oggi. Si chiama Hog deer per la sua forma del corpo robusta e simile a un maiale. Anche se il cervo Hog sembra molto diverso dal cervo Axis, è strettamente imparentato con il cervo Axis. Le corna del cervo Hog sono dritte e relativamente piccole. Il suo corno è costituito da tre denti o rami e si rinnovano ogni anno. I loro habitat di vita preferiti sono costituiti da ambienti paludosi, pianure di erba corta e sponde erbose dei fiumi.

Anche i cervi di maiale possono essere visti in solitario o in piccoli gruppi. Potrebbero essere visti spesso in Sri Lanka meridionale da Bentota a Koggala. In India, si sono verificati principalmente nel Sind attraverso il Punjab e l'Assam e si sono diffusi verso est nel Myanmar.

Anche se non si vedono nel subcontinente indiano, i cervi suini sono misteriosamente ancora disponibili in Sri Lanka. Si ritiene che questa specie di cervo sia stata introdotta durante il periodo portoghese o olandese. La perdita dell'habitat naturale è la sfida principale per l'esistenza del cervo maiale e la loro popolazione è stata ridotta a un livello allarmante fino ad oggi.

Sambar (Cervus unicolor)

La maggiore dimensione corporea di Sambar li rende il terzo mammifero più grande dell'isola dopo elefanti e bufali e facile da spot durante i tour della fauna selvatica dello Sri Lanka. Diverse sottospecie di Sambar sono presenti in tutto l'areale asiatico, dall'India alle Filippine. Le dimensioni del corpo di Sambar variavano ampiamente tra i diversi paesi.

Il sambar dello Sri Lanka è considerato relativamente più grande di altri esemplari. Oggi la distribuzione del Sambar è limitata ad alcune zone del Paese, anche se un tempo avevano un'ampia diffusione sull'isola.

Sambar è oggi limitato alle foreste montane della zona umida ed è difficile vederle al di fuori delle aree protette della zona secca. La caccia illegale e la perdita dell'habitat sono considerate la principale sfida alla sopravvivenza del sambar. Solo i cervi portano le corna, che crescono nel secondo anno di vita e le corna si rinnovano ogni anno.

Parco nazionale di Horton Plains nella provincia centrale è considerato uno dei posti migliori per assistere a questo animale. Wilpattu, Yala, Kumana più Gamma di noccheSi ritiene inoltre che gli s abbiano un numero considerevole di Sambar. L'unico nemico naturale dei Sambar è il leopardo, e sono diventati una preda importante per i leopardi, soprattutto nelle zone montuose.

Il numero di orsi bradipi nelle giungle dello Sri Lanka è drasticamente ridotto negli ultimi decenni. Tuttavia, nei parchi naturali come Yala si possono vedere diversi orsi bradipi. Di solito si aggirano intorno ai termitai dopo la doccia.

Civette dello Sri Lanka

Lo Sri Lanka è abitato da tre specie di zibetti: il piccolo zibetto di Ceylon (Viverricula indica mayori) comunemente noto come zibetto dalla coda ad anelli, il comune zibetto delle palme indiano (Paradoxurus hermaphrodites hermaphroditus) e lo zibetto delle palme d'oro (Paradoxurus zeylonensis).

Tutti questi membri appartengono alla famiglia dei Viverridae comunemente visti come manguste. Possono essere descritti come onnivori notturni spesso visti di notte. Soprattutto gli artigli di questi membri si adattano bene all'ambiente in cui vivono.

Gli artigli affilati, curvi e completamente retrattili consentono loro di essere buoni scalatori. Allo stesso tempo, i piedini senza peli vengono utilizzati per una presa salda durante l'arrampicata. Quindi fanno molto affidamento sul piede per la caccia e la protezione.

Ma il piccolo zibetto di Ceylon si vede soprattutto sul terreno, piccole chiazze di felce o erba sono il cuscino che preferiscono per rilassarsi. Nidificano in una cavità scavata sotto un tronco d'albero o una roccia, in genere partoriscono 3-5 piccole cucciolate. L'animale di questa famiglia può essere visto in ogni angolo del paese. Una specie o un'altra può essere osservata dalla foresta della zona arida di Yala alle pianure di Horton nella catena montuosa centrale.

Puzzola

La puzzola è la più comune tra gli abitanti delle città e spesso si trovano nelle case. Le persone possono trovarli fastidiosi a causa del loro stile di vita inquietante in cui corrono sulle travi della casa e urinano attraverso i pannelli del soffitto. Hanno una coda folta ed è lunga circa un metro dal naso alla punta della coda. La seconda specie comune tra le popolazioni rurali è lo zibetto delle palme e amano bere il toddy (linfa fermentante estratta dal germoglio del cocco). Sono comunemente noti come toddy cats e sono noti per rubarli dai secchi dei toddy tappers.

Gatti di palma

I gatti delle palme svolgono il ruolo più importante nella produzione di kopi luwak nelle piantagioni di caffè negli arcipelaghi indonesiani e nelle Filippine. Divorano le bacche di caffè mature, facendo passare i chicchi integri attraverso il loro apparato digerente e depositandoli in latrine fecali (come molti devono coprire, gli zibetti depositano le loro feci in particolari luoghi centrali del loro areale). Le persone raccolgono questi fagioli e fanno il kopi luwak (kopi significa caffè e Luwak denota lo zibetto). Kopi luwak è una delle varietà di caffè più costose per la sua rarità; può costare fino a 500 dollari per libbra.

Kopi luwak è considerato più adatto da bere rispetto alle varietà di caffè medie. È scientificamente rivelato che gli enzimi e gli acidi dell'apparato digerente degli zibetti modificano i composti, il sapore e il colore dei fagioli. Anche dopo questo processo, contiene meno batteri rispetto al caffè prodotto con il metodo tradizionale.

Lo zibetto delle palme d'oro

Lo zibetto delle palme d'oro è la specie endemica di zibetto che vive nel paese. Si nascondono durante il giorno e vivono in alto su un albero sotto il baldacchino. Il piccolo zibetto di Ceylon è il più carnivoro del gruppo. Si nutrono principalmente di frutta e bacche, mentre quando ne hanno l'opportunità vengono mangiati anche piccoli mammiferi, uccelli, uova, lucertole e rane. Possono essere visti in diversi colori dall'oro brillante a un oro rossastro più profondo che confina con il ruggine ed è privo di segni. Questa specie vive principalmente sugli alberi con attività occasionali sul terreno.

La secrezione profumata degli zibetti li ha resi una fauna selvatica dello Sri Lanka che ha un significato commerciale, sono speciali per l'industria dei profumi. Viene utilizzato come agente stabilizzante per le fragranze. Il liquido giallastro noto come "muschio di zibetto" è prodotto dalle ghiandole dell'animale che si trovano vicino ai genitali dell'animale. Le prove storiche suggeriscono che questo prezioso olio era stato utilizzato anche durante il tempo del re Salomone nel 10th Secolo a.C. Oggi una sostanza chimica sintetica è stata utilizzata come alternativa al muschio di zibetto.

Lo zibetto è un altro membro del nostro prezioso mondo faunistico che comprendeva un gran numero di animali. Fortunatamente, gli zibetti non sono ancora classificati come specie animali minacciate o in via di estinzione sull'isola. Gli avvistamenti di zibetti sono registrati in gran numero a causa della loro considerevole popolazione nel paese.

Monkeys

Ci sono quattro specie di primati non umani inclusi nella fauna selvatica dello Sri Lanka. Sono divisi in tre specie di scimmie: la scimmia toque, il langur grigio, il langur dalla faccia viola e una proscimmia - il Loris snello. I primati mostrano un'ampia distribuzione e il loro habitat va dalle pianure aride del sud-est, attraverso l'ampio tratto di giungla della macchia della zona secca, e fino alle verdeggianti colline del massiccio centrale, tuttavia, l'avvistamento dello snello loris è molto raro durante i tour della fauna selvatica dello Sri Lanka.

Basta una rapida occhiata a un gruppo di macachi - maschi subadulti che rimbombano tra i rami, madri che rimproverano neonati urlanti e maschi adulti che scrutano le cime degli alberi alla ricerca di segnali di pericolo - perché l'idea di una storia così condivisa possa essere rinforzato.

Il macaco Red Toque, dal marrone opaco al brunastro, è il prototipo della scimmia: socievole, acrobatica e sfacciata. Come piccole persone che si divertono a fare dispetti, questi animali carismatici sono diventati parte integrante dell'immaginazione popolare. Il termine "scimmia in giro", con le sue implicazioni di spensierato, essenzialmente inutile sforzo, potrebbe sembrare fatto su misura per un gruppo di macachi in gioco. Tuttavia, c'è di più nella vita oltre alla ricerca del tempo libero e nella società dei macachi di quanto le nostre immaginazioni spensierate tendono a conferire.

La società è costruita su una gerarchia matrilineare, quindi mentre sono i maschi con i loro canini esagerati e l'andatura spavalda che sembrano sedersi in cima al posatoio dei macachi, è il corpo stabile delle femmine imparentate che sono i leader de facto.

Le femmine di macaco rimangono nella loro truppa natale per tutta la durata della loro vita, quindi le relazioni che stringono con altre femmine sono di enorme importanza per il loro successo all'interno della struttura della tribù. Questo quadro comprende una complessa disposizione di rango, simile in funzione al sistema delle caste indù, per cui le madri di alto rango producono prole di alto rango per impostazione predefinita.

I macachi maschi sono più in grado di determinare il loro destino quando lasciano le loro truppe natali intorno ai 4-6 anni e devono imparare a giocare sulla loro forza e carattere. Spesso i giovani maschi con la banda si uniscono per formare truppe di scapoli, in cui affinano le loro abilità sociali e fisiche prima di colpire da soli per unirsi alle truppe esistenti.

Un maschio nato in una linea materna di alto rango avrà alcuni vantaggi durante i suoi anni formativi - come risorse alimentari migliori e più abbondanti e una maggiore accettazione del comportamento indisciplinato da parte delle truppe - che spesso lo terranno in buona posizione per le incertezze del futuro.

I macachi sono onnivori con una dieta ad ampio raggio che include semi, erbe, germogli di foglie, frutti, fiori, funghi, insetti, lucertole e persino uova di uccelli. Dove le truppe vivono in prossimità di insediamenti umani, questa dieta comprende riso, cocco e altre colture alimentari. Inoltre, le scimmie non sono contrarie a razziare le case per svaligiare cibi cotti, farina e quant'altro colpisca la loro fantasia.

Essendo territoriali, un'enorme quantità di energia è focalizzata sul mantenimento dei confini e ne consegue che le truppe più potenti sono solitamente anche le più grandi, abitando aree privilegiate comprensive di abbondanti alberi da frutto o simili fonti di cibo. Le interazioni aggressive tra le truppe sono comuni, in particolare durante i periodi di scarsità. In questi scambi vengono in primo piano i maschi adulti e subadulti, pieni di spavalderia ciarliera e atteggiamento bellicoso.

Diversi, la maggior parte degli altri animali comuni nelle giungle dello Sri Lanka sono cinghiali, sciacalli, coccodrilli, bufali, scimmie e cervi.

Serpenti come cobra e pitoni possono essere visti spesso in luoghi con attrazioni turistiche. Gli incantatori di serpenti mostrano questi serpenti e chiedono denaro quando i turisti scattano foto. È molto raro avvistare serpenti nel loro habitat naturale. Ci sono più di 90 specie di serpenti sull'isola, ma solo alcune di esse sono mortalmente velenose.

Fauna selvatica dello Sri Lanka in via di estinzione - Tartaruga marina

Tartarughe marine si verificano nella fascia costiera dello Sri Lanka da Kosgoda a Sri Lanka meridionale. Di solito raggiungono le coste dell'isola di notte e depongono le uova sulla spiaggia. Pertanto potrebbe essere difficile individuarli. Come alternativa si può visitare un allevamento di tartarughe marine situato sulla costa occidentale dello Sri Lanka. Esistono molti di questi luoghi che consentono ai visitatori di vederli.

Specie di pesci esotici

Le acque intorno all'isola hanno un affascinante mondo sottomarino. È abitato da più di 850 specie di pesci esotici e molte specie di coralli. Lo Sri Lanka attira un gran numero di visitatori grazie a queste risorse sottomarine.

Specie di fauna aviaria dello Sri Lanka

Lo Sri Lanka è una destinazione di vacanza ideale per gli amanti degli uccelli. Ci sono più di 200 specie di uccelli nel paese. Di cui 25 specie sono endemiche dell'isola. Lo Sri Lanka è visitato da un gran numero di uccelli migratori, specialmente durante la stagione invernale dell'emisfero settentrionale.

Anfibio dello Sri Lanka

La maggior parte delle specie di anfibi dello Sri Lanka sono endemiche dell'isola. Lo Sri Lanka è un paradiso per la fauna selvatica con la scoperta di oltre 100 specie di nuove rane. La maggior parte delle rane viene scoperta nelle foreste pluviali dell'isola.

Foresta pluviale di Sinharaja sostiene la maggior parte delle nuove specie registrate di recente. Secondo i ricercatori, con la scoperta di nuove specie, l'isola Sri Lanka con una terra un'area di soli 65610 km² diventa un hotspot anfibio del mondo.

Il numero di specie di anfibi ha registrato una riduzione significativa dagli anni '1950 principalmente a causa della perdita di habitat, mentre anche alcune altre attività umane hanno influito negativamente sull'esistenza degli anfibi. Anche con vari ricercatori sulle specie di anfibi, soprattutto dagli anni '1980, gli scienziati non sono stati in grado di accertare finora i fattori chiari che influenzano l'esistenza degli anfibi.

Sri Lanka un anfibio Bio-diversità Hotspot

I biologi dello Sri Lanka sono stati in grado di scoprire alcune nuove specie di anfibi nelle foreste pluviali dello Sri Lanka. Con la scoperta di nuove specie, lo Sri Lanka è stato in grado di guadagnarsi lo status di hotspot di biodiversità anfibia. Lo Sri Lanka è davanti ad altre isole tropicali come il Madagascar, il Borneo e la Nuova Guinea, che sono molto più grandi dello Sri Lanka, ma possiedono un numero uguale di specie di rane.

La ricerca è stata condotta da un team di scienziati provenienti da Sri Lanka, Belgio e America. Principalmente l'indagine è stata condotta sulla fauna selvatica in via di estinzione Sri Lanka. Gli scienziati hanno inoltre parlato della conservazione della preziosa copertura verde rimanente sull'isola.

La deforestazione è stata identificata come la ragione principale per la riduzione delle foreste dell'isola. La copertura forestale che all'inizio del 60 rappresentava fino al 1900% della superficie totale del paese è attualmente ridotta al 24%. La devastazione delle foreste è iniziata durante il periodo coloniale e continua fino ad oggi. Lo Sri Lanka è identificato come uno dei punti caldi biologici più significativi del mondo.

Riscoperta di specie ritenute estinte

I ricercatori hanno scoperto che la maggior parte delle specie registrate nelle collezioni dei musei del XIX secolo sembrava essere scomparsa. La maggior parte delle rane scoperte dagli scienziati sono "sviluppatori diretti" che si schiudono come piccoli animali senza il passo di un girino. L'altro gruppo di rane scoperto nella ricerca comprendeva solo cinque specie. Depongono le uova in rocce, rami o foglie con un nido di forma come al solito in un ambiente umido.

Ricerca sugli anfibi dello Sri Lanka

Il team di ricerca è stato guidato da Madhava Meegaskumbura, dell'Università di Boston nel Massachusetts, negli Stati Uniti. Madhava Meegaskumbura ha notato la scomparsa di alcune delle vecchie specie in passato. Ha inoltre aggiunto che è una sorpresa incontrare un numero così elevato di nuove specie dopo ingenti danni alle foreste pluviali dell'isola. Il numero di specie di anfibi (rospi, rane, salamandre e rane) nel mondo è stimato intorno alle 5,000. Le specie di anfibi sono per lo più semi-acquatiche, possono essere trovate in una vasta gamma di habitat dalle foreste e zone umide ai deserti e alle savane.

Deforestazione e bracconaggio

La modernizzazione, l'espansione degli insediamenti e il bracconaggio stanno esercitando pressioni sul governo dello Sri Lanka affinché rafforzi il suo impegno a proteggere gli animali selvatici. Lo Sri Lanka ospita diverse dozzine di riserve e santuari della fauna selvatica e la maggior parte di essi è stata utilizzata dai viaggiatori per i tour della fauna selvatica dello Sri Lanka. Leopardi e orsi risiedono in più di 10 riserve naturali, il parco nazionale di Yala e i parchi nazionali di Wilpattu sono le principali residenze di orsi e leopardi. Il numero di leopardi sull'isola era di molte centinaia all'inizio degli anni '18. Il numero di leopardi si è drasticamente ridotto principalmente a causa della perdita di habitat e del bracconaggio sotto il dominio britannico.

Le riserve e i santuari della fauna selvatica sono di competenza delle autorità della fauna selvatica e protetti dalla legge del governo e i viaggiatori devono ottenere il permesso per entrare nei parchi nazionali durante i tour della fauna selvatica dello Sri Lanka. Ma continua a verificarsi il bracconaggio illegale e animali come i leopardi vengono ancora uccisi nella giungla. Molte centinaia di leopardi risiedevano in passato nei parchi nazionali dello Sri Lanka. Il numero di leopardi dello Sri Lanka superava molte centinaia in passato. tuttavia, la popolazione di leopardi è stata ora ridotta a molte dozzine: il numero di leopardi è in aumento negli ultimi anni a causa dello sforzo di conservazione.