Uomo mesolitico dello Sri Lanka, che ha utilizzato le punte di freccia più antiche al di fuori dell'Africa

Le punte di freccia più antiche al di fuori dell'Africa sono state trovate nelle foreste pluviali dello Sri Lanka. È confermato utilizzando i test al carbonio-14 che gli strumenti hanno avuto origine 48,000 anni fa. La ricerca rivela anche l'evidenza dell'adattamento degli esseri umani a un ambiente ea condizioni climatiche diverse per la prima volta una volta che hanno lasciato il continente africano e si sono trasferiti nella foresta pluviale tropicale. Che in precedenza si pensava fosse un ostacolo all'occupazione umana, con limitate opportunità di preda e problemi di malattie.

Sommario

Immerso nel profondo giungle della provincia occidentale dello Sri Lanka nella regione di Pahiyangala, il sito archeologico di Pahiyangala contiene un gran numero di reperti che coprono da 34000 a 48000 anni di storia umana nel mondo.

La grotta di Pahiyangala è immersa nella fitta giungla, lontano dal trambusto del mondo civilizzato. È un posto perfetto per avere una vita tranquilla, credo che le persone che vivevano nella grotta debbano aver goduto della pace e della serenità. Ho sentito la calma della spaziosa grotta di granito e sono stato attratto dall'antica dimora senza alcuno scopo.

Come andare alla grotta di Pahiyangala?

La nostra macchina procede lungo la strada asfaltata ben asfaltata. È ampio e sembra essere ben mantenuto da molti anni. Il nostro veicolo si sta allontanando dal spiagge della costa occidentale e dirigersi verso l'interno del paese. La strada diventava sempre meno affollata e dopo circa 1 ora di macchina dal località balneare della costa occidentale, sembra che ci stiamo dirigendo verso una regione disabitata. Il numero di veicoli provenienti dalla direzione opposta sta diminuendo di ogni chilometro e anche le persone sulla strada.

Come prenotare un tour della grotta di Pahiyangala?

I tour di Seerendipity organizzano la gita di un giorno alla grotta di Pahiyangala dagli hotel sulla spiaggia della costa occidentale, della costa meridionale e di Colombo. Il tour del tempio della grotta di Pahiyangala include molte altre importanti attrazioni turistiche insieme alla grotta di Pahiyangal come Bopath Ella (cascata) e l'antico tempio di Saman Devala. Per ulteriori informazioni su questo tour della grotta di Pahiyangala, scrivici a seerendipitytours@gmail.com o chiamaci allo 0774440977.

Strada principale di Pahiyangala

La natura della corsa a Pahiyangala

Tuttavia, lo scenario lungo la strada è affascinante, dominato da una vegetazione lussureggiante e occasionalmente enormi massi con montagne ricoperte di verde sullo sfondo. Piantagioni di gomma, piantagioni di tè, macchie di foreste e giardini abbandonati hanno invaso la campagna mentre piccole case emergono dalla coltre verde come funghi bianchi circa ogni 100 metri circa.    

Su entrambi i lati della strada c'è una vasta copertura verde, impossibile da valutare nella vastità. L'unica cosa che è possibile accertare è la ricchezza della vita sotto questo vasto baldacchino verde. Abbiamo percorso poco più di 40 km dal costa occidentale di Kalutara a Pahiyangala. Il remoto villaggio di Pahiyangala è immerso nel lussureggiante fogliame verde, dove gli enormi massi cospargono senza alcun motivo visibile.

La grotta di Pahiyangala è in gran parte inesplorata

Pahiyangala è un luogo ideale per godersi la natura pura e può essere molto promettente per eco-vacanze. Tuttavia, non ho incontrato nessun turista a Pahiyangala nelle ultime ore circa, da quando l'abbiamo raggiunta. Credo che il governo provinciale debba elaborare un piano per attirare i turisti in questa grotta naturale, che condivide importanti informazioni sull'antica civiltà che fiorì con sede in questa antica grotta.

L'importanza della grotta Pahiyangala

Grotta dello Sri Lanka Pahiyangala, che è una delle residenze più antiche di Uomo dell'età della pietra dello Sri Lanka, mostra un gran numero di manufatti risalenti a 37000 anni e offre una visione molto chiara della vita dell'uomo dell'età della pietra dello Sri Lanka.

Pahiyangala era la residenza dell'antico uomo dell'età della pietra, che vi abitava Le foreste pluviali dello Sri Lanka. Molti fatti sono già stati scoperti su questa antica civiltà. Ma, come sappiamo, i fatti storici tendono a rinnovarsi più frequentemente delle scoperte scientifiche. L'ultima ricerca condotta da un gruppo di archeologi ha prodotto una teoria totalmente inaspettata, l'ultima teoria basata sulle scoperte sfida le convinzioni precedentemente sostenute sull'uso delle frecce e dell'arco da parte delle antiche civiltà.

Al di là della vastità delle dimensioni dell'antica dimora e della profonda storia del sito archeologico, Pahiyangala fornisce anche informazioni preziose e dettagliate su come l'uomo mesolitico viveva nello Sri Lanka e si adattava a un difficile habitat di vita. Il recente studio basato sul tempio rupestre di Pahiyangala ha portato alla luce molte nuove informazioni sullo stile di vita e le attività dell'uomo antico.

Uomo mesolitico dello Sri Lanka,
Strumenti di pietra usati dall'uomo mesolitico

Le nuove scoperte sull'uomo dell'età della pietra di Pahiyangala

In questa missione conoscitiva, dovremmo raccogliere fatti scoperti di recente sulla base di antiche civiltà. Queste informazioni saranno pubblicate sul nostro post esistente sul blog sulla grotta di Pahiyangal, pubblicato 9 anni fa.

Un gruppo di archeologi, che aveva lavorato a progetti nella grotta, ha portato alla luce una considerevole scoperta dell'uso di frecce e arco per cacciare animali da parte dell'antico umano a Pahiyangala.

Non c'è dubbio che una grande varietà di animali come scoiattoli, varani, scimmie e molte altre specie di fauna aviaria offrissero abbondanti risorse a un antico essere umano che vagava per queste giungle in piccoli gruppi familiari di cacciatori-raccoglitori. Ancora oggi non è difficile avvistare quegli esseri viventi nei pressi della grotta.

Durante gli scavi nel sito sono state scoperte molte informazioni preziose per dimostrare le relazioni delle persone preistoriche con gli animali. Frammenti di ossa di molti animali appartenuti agli animali macellati scoperti accanto a resti di ossa scheggiate e strumenti di pietra e antichi focolari. La prova di tali giochi a Pahiyangala e Kitulgala offre uno spaccato del tempo in cui la vita in queste giungle incontaminate era ampia.

Gli esseri umani si sono trasferiti nelle foreste pluviali dello Sri Lanka dal continente africano

Secondo il principale ricercatore del progetto Oshan Wedage, gli abitanti delle caverne di Pahiyangala (48000 anni fa) erano riusciti a vivere in un ambiente lontano dalla costa per la prima volta nella storia umana dopo aver lasciato il continente africano nello Sri Lanka.

Wedage ha affermato: “Siamo stati in grado di recuperare un gran numero di strumenti da Pahiyangala e Kithulgala che sono stati identificati come 'punte d'osso', un'arma creata da ossa di animali per creare punte di freccia per cacciare gli animali.

Secondo Wedage, dopo aver ricevuto conoscenze specialistiche sugli strumenti dal Max Planck Institute for the Science of Human History in Germania e dalla dott. -animali in movimento nella foresta pluviale.

È confermato utilizzando i test al carbonio-14 che gli strumenti hanno avuto origine 48,000 anni fa. La ricerca rivela anche l'evidenza dell'adattamento degli esseri umani a un ambiente ea condizioni climatiche diverse per la prima volta una volta che hanno lasciato il continente africano e si sono trasferiti nella foresta pluviale tropicale. Che in precedenza si pensava fosse un ostacolo all'occupazione umana, con limitate opportunità di preda e problemi di malattie.

Dintorni immediati della grotta

La grotta rocciosa di Pahiyangala si trova nella remota area di Yatigampitiya vicino alla città di Bulathsinhala, nella provincia occidentale dello Sri Lanka. La grotta e la roccia si confondono perfettamente con la fitta area boschiva e ospitano numerose specie di Fauna e Flora. Questo ambiente accattivante è ricco di varietà di legni molto pregiati come Teak, Mogano, Palù, Weera ed Ebano.

Pahiyangala è inserita tra la catena montuosa centrale e l'Oceano Indiano. L'intera regione è ricchissima di acqua, Fauna e Flora. Pahiyangala appartiene alla zona umida dello Sri Lanka, dove la misura annuale delle precipitazioni è molto alta.

Il monsone stagionale attraversa la regione principalmente da aprile a novembre. Questo vento monsonico inizia il suo viaggio dal mare e trasporta molti fluidi. Questo vento monsonico stagionale fornisce abbondanti precipitazioni al parti occidentali dello Sri Lanka. La copertura verde a Pahiyangala e nelle aree circostanti è aumentata poiché è alimentata da innumerevoli affluenti pieni di pioggia che serpeggiano in una pianura verde e fertile. La fitta copertura verde testimonia la sua ricchezza d'acqua e i visitatori sentono il solletico dei corsi d'acqua perenni nascosti nella foresta.

È chiaro che i residenti, che vivevano nel paese, non avevano difficoltà a trovare acqua e cibo. Risultati precedenti confermano che gli uomini del Mesolitico, che vivevano a Pahiyangala, erano riusciti a coltivare riso e molti altri raccolti oltre a nutrirsi di carne.

La grotta rocciosa di Pahiyangala e l'area boschiva circostante sono ricche di specie endemiche di fauna e flora ed è di competenza del dipartimento archeologico. La roccia e la grotta di Pahiyangala, così come l'area circostante, sono frequentate anche da molte specie di farfalle.

Misure della grotta naturale

La grotta era stata una residenza perfetta durante la stagione secca e quella umida. La grotta rimane asciutta anche durante le piogge torrenziali dei monsoni di sud-ovest. Tuttavia, a differenza della maggior parte delle altre grotte antiche, dove vivevano le persone, qui non è possibile vedere le sporgenze di gocciolamento, che impediscono all'acqua piovana di entrare nelle grotte. Anche se la grotta sembra piccola dall'esterno, è molto più spaziosa di quanto sembri dall'esterno. La spaziosa grotta può ospitare fino a 3000 persone senza alcun impedimento.

pahiyangala

La spaziosa grotta è alta 150 piedi e larga 147 piedi. La grotta è raggiungibile dopo aver salito 400 gradini. La roccia di Pahiyangala è un monolite di granito, alto più di 600 piedi e situato a 1460 metri sul livello del mare. L'immediata roccia circostante di Pahiyanagala è molto tranquilla e l'uomo antico che abitava nella grotta deve aver goduto della pace e della tranquillità che regnano nel sito.

L'abitante delle caverne precristiano, che viveva in questa grotta, è conosciuto come Pahiyangala Manawakaya o Pahiyangala Man. Si credeva che questo abitante delle caverne dell'età della pietra usasse strumenti di pietra nelle loro attività quotidiane.

Biologicamente noto Pahiyangala Manawakaya era di dimensioni più piccole rispetto all'essere umano di oggi. La struttura vertebrale del Phiyangala Manawakaya era considerevolmente corta e possedeva mascelle larghe con una grande tavolozza e grandi denti digrignanti.

Questa grotta è stata utilizzata come complesso monastico buddista durante il periodo Kandy (1592-1815). I dipinti e le statue della sala del santuario costruite nel periodo Kandyan sono ancora in buone condizioni. Successivamente divenne un tempio buddista, che oggi è sede di formazione religiosa e spirituale per monaci e laici.

Prova archeologica

Uno dei teschi scoperti nel sito appartiene a un uomo che visse nella grotta risalente a 34000-37000 anni fa. L'età del cranio è stata confermata dal metodo del carbonio 14 e il cranio fornisce una chiara prova dell'esistenza dell'uomo mesolitico sull'isola nella mezza età della preistoria. Il professor Kenneth Kennedy, scienziato statunitense, era interessato alla fondazione archeologica del sito e fece l'esame del cranio.

La grotta di Pahiyangala è la più grande del suo genere nell'Asia meridionale. Allo stesso tempo la grotta è il luogo dove esisteva il più antico insediamento umano nella regione. Essendo il più antico insediamento in Asia, è considerato uno dei posti migliori da utilizzare per scopi di ricerca sugli esseri umani precristiani nella regione.

Nel mese di giugno del 2012 è stata fatta un'importante scoperta nel sito, in cui è stato scoperto uno scheletro completo di un uomo dell'età della pietra. L'età dello scheletro è misurata a 30000 anni dopo il metodo di datazione al carbonio.

Pahiyangala Manawakaya

Biologicamente noto Pahiyangala Manawakaya era di dimensioni più piccole rispetto all'essere umano di oggi. La struttura vertebrale del Phiyangala Manawakaya (umano Pahiyangala) era considerevolmente corta e possedeva mascelle larghe con una grande tavolozza e grandi denti digrignanti.

Prove storiche

Si ritiene che la grotta rupestre di Pahiyangala sia stata un quartiere vivente per i monaci buddisti per molti secoli. Una delle figure chiave che forniscono fatti preziosi sulla storia dello Sri Lanka, noto come Fa-Hsien, un monaco cinese, visse sull'isola per più di 2 anni nel V secolo d.C. Il monaco aveva viaggiato in molti luoghi religiosi dell'isola durante il suo soggiorno e ha avuto la maggior parte della sua esperienza e i luoghi che ha incontrato sono adeguatamente documentati. Secondo le note storiche, questo monaco cinese era stato nella grotta rupestre di Pahiyangala.

Monastero buddista

Questa grotta è stata utilizzata come complesso monastico buddista durante il Kandy periodo (1592-1815). I dipinti e le statue della sala del santuario costruite nel periodo Kandyan sono ancora in buone condizioni. Successivamente divenne un tempio buddista, che oggi è sede di formazione religiosa e spirituale per monaci e laici.