Statua del re Parakramabahu

La statua del re Parakramabahu I, situata vicino al Pothgul Vehera in P è una statua di pietra che risale al tempo di Polonnaruwa antico Sri Lanka. La sua rappresentazione è incerta, sebbene l'ipotesi generalmente accettata sia che si tratti di una scultura di Parakramabahu I. Tuttavia, è stata anche considerata la scultura di un saggio. Tagliata su un'enorme roccia, la scultura ritrae una superba figura dall'espressione grave, che tiene nel palmo un libro o York.

Sommario

L'antica città di Polonnaruwa

L'antica città di Polonnaruwa si trova nel triangolo culturale dello sri lanka. Visitare la storica città di Polonnaruwa consente ai viaggiatori di assistere a una delle città più antiche e ben pianificate del mondo. Polonnaruwa è un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO ed è sede di molte dozzine di antichi templi, giardini, palazzi, stupa e molte altre costruzioni. Lo stato del re Parakrambahu è un oggetto importante, tuttavia, solo pochi turisti visitano questo sito poiché è lontano dalla parte principale della città antica. I viaggiatori che visitano il Parakrama Samudra possono visitare la statua a pochi passi dall'antico serbatoio.

Posizione della statua del re Parakramabahu

La scultura si trova a nord della città di Polonnaruwa, vicino alla sponda orientale del bacino idrico di Parakrama Samudra, costruito dallo stesso Parakramabahu I. Si trova a circa 100 metri (330 piedi) a nord dello storico monastero di Potgul Vehera.

Come posso visitare la statua del re Parakramabahu?

Avventurandosi su un Tour della città di Polonnaruwa è il modo migliore per vedere la statua del re Parakramabahu. Anche con alcuni tour della città di Polonnaruwa, questo monumento non è incluso in quanto non è una delle principali attrazioni turistiche della città. Quindi, non sorprenderti che la tua guida eviti di guidare per qualche chilometro in più per vedere la statua. Per quanto ne so, è una buona idea chiedere alla tua guida di portarti nei luoghi in cui si trova la statua. Pothgul Vehera si trova anche vicino alla statua del re Parakramabu e quindi puoi assistere a un altro importante monumento nella città vecchia insieme alla statua.

Tour della città di Polonnaruwa

Il tour della città di Polonnaruwa può essere prenotato come a Tour di un giorno in Sri Lanka o come parte di a Tour dello Sri Lanka di più giorni. Di solito la maggior parte dei tour di più giorni in Sri Lanka come Tour dello Sri Lanka di 10 giorni e Viaggio di 7 giorni in Sri Lanka include Polonnaruwa con molti altri luoghi storici in Sri Lanak ad esempio Roccia di Sigiriyae Tempio rupestre di Dambulla. Tour di un giorno a Polonnaruwa da Colombo potrebbe essere un'impresa molto faticosa in quanto devi guidare per più di 5 chilometri a senso unico. Pertanto, è molto ragionevole prenotare a Tour del triangolo culturale dello Sri Lanka di 2 giorni da Colombo. Il viaggio di 2 giorni include anche molte attività interessanti come escursioni naturalistiche, tour del villaggio e visite

ecc.

Caratteristiche della statua del re Parakramabahu

La scultura fu realizzata probabilmente nel XII secolo, durante il regno di Parakramabahu I. La scultura di Parakramabahu I è probabilmente la migliore scultura in pietra del periodo Polonnaruwa. La statua è una scultura alta 11 piedi e 2 pollici (3.40 m) tagliata in altorilievo su un'enorme roccia, sfruttando appieno la sua altezza. La sua area toracica è esposta ad eccezione di una corda solitaria indossata sopra la spalla sinistra. Un oggetto lungo è tenuto tra le mani. Il volto della scultura esprime un'espressione grave, con gli occhi socchiusi, la fronte alta, la barba lunga ei baffi. Le spalle della scultura sono arrotondate, proponendo “una forza eccezionale”. La gamba destra è rilassata con il ginocchio destro leggermente ruotato in avanti. La gamba sinistra trasmette la pesantezza del corpo, mentre anche l'anca è leggermente inclinata di lato. Secondo il preistorico Senarath Paranavitana, questa scultura è "l'effettiva esemplificazione di solidarietà, magnificenza e dignità".

Identità della statua

La scultura non è stata riconosciuta enfaticamente, tuttavia la convinzione ben nota e ampiamente riconosciuta è che la scultura sia del re Parakramabahu I, che regnò sul paese dal 1153 al 1186. Lo storico Mendis Rohanadeera ha proposto che la scultura mostri un uomo appartenente al tribù Lambakanna, in quanto una lepre, simbolo di questo clan, è raffigurata sopra la spalla sinistra della scultura. Ciò supporta l'ipotesi che si tratti di una scultura di Parakramabahu I, che era del clan Lambakanna. Tuttavia, un'altra ipotesi è che si tratti della scultura di un saggio; o Agastya o Pulasthi. L'articolo tenuto nelle mani della scultura potrebbe essere un libro Ola (foglie di palma curate). Questo, e il modo in cui si trova vicino al Potgul Vehera, che era una biblioteca nei tempi antichi, conferma questa teoria. Tuttavia, un'altra convinzione è che l'articolo sia un "fardello della regalità".

Re Parakramabahu

Parākramabāhu I o Parakramabahu il Grande fu il re di Polonnaruwa dal 1153 al 1186. Supervisionò lo sviluppo e l'abbellimento della sua capitale: costruì una vasta rete di irrigazione, rinnovò l'esercito della nazione, riformò le pratiche buddiste, sostenne arti e mestieri e lanciò missioni militari in India meridionale e Birmania. Il proverbio “Nemmeno una goccia d'acqua che viene dalla pioggia deve scorrere nell'oceano senza essere resa utile all'uomo” è una delle sue espressioni più celebri.

Nel 1140, Parakramabahu in seguito alla scomparsa di suo zio, Kitti Sri Megha, sovrano di Dakkinadesa, salì alla posizione privilegiata di Dakkhinadesa. Per tutto il decennio successivo, ha lavorato sia alla struttura Dakkhinadesi che all'esercito. A seguito di un esteso conflitto nazionale, ottenne il controllo dell'intera isola intorno al 1153 e rimase fino alla sua morte nel 1186. Durante il governo di Parākramabāhu, lanciò una missione punitiva contro il re di Birmania, sostenne la dinastia Pandyan contro la tradizione Chola nell'India meridionale e tenuto il passo con ampi rapporti di scambio con la Cina, Angkor e le nazioni del Medio Oriente. All'interno dell'isola costruì templi buddisti, costruì ospedali, unità di assistenza sociale, canali e enormi bacini idrici, come il Parakrama Samudra, ma allo stesso tempo fu un severo dogmatico e proibì le pratiche e i libri di alto livello del buddismo Mahayana.

Polonnaruwa durante il regno del re Parakramabahu

Il lavoro di sviluppo del re Parākramabāhu costituiva una parte enorme del storia dello Sri Lanka. Gran parte delle restanti costruzioni di Polonnaruwa risalgono al suo governo, così come località nello Sri Lanka occidentale e sud-orientale. Una delle imprese più memorabili di Parākramabāhu fu il restauro di Anuradhapura, compresa la ricostruzione di Thuparamaya (che era stata persa nel deserto), Mihintalee Ruwanwelisaya. Parakramabahu, dopo aver annullato il suo ufficio a Parakramapura di Dakkhinadesa, rivolse la sua attenzione a Polonnaruwa. Ovviamente, a causa dei ravvicinati assalti annuali, la città aveva resistito ed era arrivata ad un espresso di cui restava solo il nome. È forse il risultato di ciò che una fetta così insignificante di Polonnaruwa pre-XII secolo rimane fino ad oggi.