DA VICINO CON I COCCODRILLI DELLO SRI LANKA

Il coccodrillo dello Sri Lanka, l'animale più temibile nelle acque intorno all'isola, sta causando vittime ogni anno per un gran numero di persone. Il coccodrillo è uno degli animali più pericolosi che vivono nelle acque dello Sri Lanka e c'è un'alta possibilità che si verifichino in aree remote. Se fai un viaggio in Sri Lanka con i parchi naturali, non manchi mai di individuarne un paio.

Il coccodrillo è uno degli animali più comuni che possono essere avvistati Tour safari in Sri Lanka. Probabilmente pensi che i coccodrilli si trovino solo nei parchi nazionali e nelle riserve naturali! ma non è così. Il coccodrillo può verificarsi anche nelle aree più popolate dello Sri Lanka, ci sono stati molti casi in cui i coccodrilli sono stati catturati in zone trafficate dell'isola come Colombo. Pertanto non tuffarti nelle fonti d'acqua interne se non sei sicuro che sia privo di coccodrilli.

Il ministero della fauna selvatica dello Sri Lanka ha in programma di confinare i coccodrilli in due centri di conservazione nel sud dello Sri Lanka e nella provincia occidentale. La mossa è stata presa dopo i due attacchi mortali del coccodrillo gigante nel fiume Nilwala al largo di Matara. Il coccodrillo gigante che ha commesso entrambi i crimini è stato catturato di recente e trasferito nel parco nazionale di Yala, l'animale era lungo quattro metri.

I conservazionisti che si oppongono al programma ritengono che sarà un compito difficile confinare questo fossile vivente nei centri di conservazione. Soprattutto durante il monsone, questo provoca inondazioni in quelle zone. Il modo migliore per fermare l'uccisione dovuta all'attacco di coccio è la conservazione dell'habitat naturale dei coccodrilli. Sono previsti due centri di conservazione, uno a Kirala Kele e il secondo nelle zone umide di Muthurajawela vicino a Colombo.

I coccodrilli si sono verificati nella maggior parte dell'isola e sono abitati da fiumi ed estuari che rappresentano una minaccia per le persone che vivono nelle vicinanze. Le persone non sono autorizzate a danneggiare l'animale poiché è un animale protetto nel paese.

Ci sono molti decessi segnalati principalmente nel sud dello Sri Lanka a causa degli attacchi di coccodrilli e i più recenti sono i due decessi nel sud dello Sri Lanka nell'aprile 2012. Il dipartimento della fauna selvatica si sta concentrando sulla conduzione di un censimento dei coccodrilli nell'isola e pianifica la misura per evitare future calamità .

Lo Sri Lanka è abitato da due specie di coccodrillo coccodrillo d'acqua salata (Crocodylus porosus) e il coccodrillo palustre (Crocodylus palustris) ed entrambi sono predatori all'apice nell'habitat naturale. Coccodrillo considerato un fossile vivente che esisteva durante l'era giurassica ma non è cambiato molto fino ad oggi.

Negli ultimi 15 anni, sull'isola sono stati segnalati 130 attacchi di coccodrilli che hanno ucciso 35 persone mentre circa 50 animali sono stati uccisi nello stesso periodo dalle persone.

Muthurajawela ha proposto un sito per il centro di conservazione è la più grande zona umida di Colombo. Aiuta a controllare le inondazioni durante il monsone oggi è dichiarata area protetta ai sensi della legge sulla fauna selvatica. Muthurajawela ha vaste distese di macchia e paludi, che è un habitat di vita ideale per i coccodrilli. Rathmalana è anche un'area paludosa a sud di Colombo e un'altra preziosa zona umida nella provincia occidentale.

Le zone umide in entrambe queste aree si stanno riducendo rapidamente a causa dell'invasione. I coccodrilli si spostano nelle aree urbane da queste zone umide attraverso i corsi d'acqua, soprattutto durante le inondazioni.

Un coccodrillo gigante è stato ucciso nel febbraio 2012 da persone a Ragama. Il coccodrillo era stato finora uno dei più grandi trovati sull'isola. Il coccio era lungo cinque metri e pesava più di 1,000 kg.

Secondo i naturalisti, la ragione principale degli attacchi di coccio è l'invasione dell'habitat di coccio e attacchi di coccio dal sud dello Sri Lanka sono segnalati anche cento anni prima e queste aree sono habitat di coccodrilli e da molto tempo.

Gli attacchi di coccodrilli non sono limitati ad aree remote, i coccodrilli sono spesso osservati nelle aree urbane a causa del crescente numero di animali. Lo scarico di rifiuti negli habitat dei coccodrilli è un motivo fondamentale per accelerare la popolazione di coccodrilli, ad esempio i macellai nelle aree che scaricano tutti gli avanzi di animali a Muthurajawela.

Conflitto uomo-coccodrillo

Il conflitto uomo-coccodrillo viene alla ribalta in Sri Lanka con l'ultimo incidente in cui una giovane ragazza è stata uccisa da un coccodrillo gigante. In passato sono stati registrati alcuni incidenti isolati simili e il numero di incidenti mortali dovuti al coccodrillo è in aumento. Lo Sri Lanka sta già affrontando un periodo difficile con gli elefanti selvatici e sta causando massicce distruzioni in diverse parti dell'isola. I funzionari della fauna selvatica stanno lottando per trovare modi e mezzi per ridurre il conflitto uomo-elefante e il conflitto uomo-coccodrillo è la nuova sfida che stanno affrontando oggi.

L'ultima preda di coccodrillo registrata nel sud dello Sri Lanka, Malimbada ad Akuressa in cui una studentessa di 18 anni è stata trascinata via da un coccodrillo. L'incidente è stato registrato il 6 aprile 2012. La ragazza era stata sulla riva del fiume Nilwala per lavarsi la faccia al mattino mentre veniva trascinata via dal coccodrillo.

La madre della ragazza aveva cercato di salvarla dal coccodrillo ma purtroppo non ci era riuscita. Il coccodrillo aveva una presa salda sulla sua preda e scivolò via facilmente. I residenti si sono riuniti all'incidente poco dopo l'incidente e hanno cercato la vittima. Successivamente, il corpo della ragazza è stato ritrovato nascosto in riva al fiume.

Secondo i media, questo è il secondo incidente in cui sono morte persone, nell'arco di pochi giorni. Pochi giorni fa un incidente simile registrato nel sud dello Sri Lanka in cui è stata uccisa una madre di tre figli. Era stata al fiume per lavare i panni quando si è verificato l'incidente.

Il quotidiano locale Divaina ha riferito: fonti della polizia suggeriscono che almeno 20 persone sono state uccise negli ultimi 10 anni nel Paese.

Recentemente un coccodrillo gigante è stato trovato a Ragama, capitale quasi commerciale (Colombo) dell'isola. Lo stesso coccodrillo aveva trascinato via e ucciso un uomo di 33 anni, solo una gamba della persona è stata trovata nell'operazione di ricerca successiva. Pochi bovini e pochi cani sono stati uccisi anche da uno dei coccodrilli giganti finora trovati nel paese. È stato riferito che l'animale aggressivo è stato catturato dai residenti.

Santuario dei coccodrilli

In primo luogo, il santuario dei coccodrilli dell'isola sarà istituito con il patrocinio del dipartimento per la conservazione della fauna selvatica dello Sri Lanka. È stato rivelato in una conferenza stampa tenuta di recente dal ministero della fauna selvatica.

Al momento il coccodrillo è un animale protetto in Sri Lanka ed è dichiarato rettile acquatico in via di estinzione nel mondo e il loro numero è diminuito drasticamente nel mondo negli ultimi anni. Tuttavia in Sri Lanka la popolazione di coccodrilli è notevolmente aumentata in alcune aree, ponendo alcune minacce alle persone che vivono vicino alle rive del fiume e ad altre risorse idriche. Il fiume Nilwala dello Sri Lanka meridionale e le zone umide di Muthuragawela vicino a Colombo sono identificate come aree con un gran numero di coccodrilli.

È stato rivelato che l'estrazione incontrollata di sabbia nei fiumi provoca l'afflusso di acqua salata nel paese e nelle zone più basse come le risaie. Poi le risaie diventano inadatte alla coltivazione e abbandonate dai contadini.