Lo Sri Lanka consente continuamente ai turisti stranieri di raggiungere l'isola nonostante i crescenti casi di covid-19 alla sua terza ondata

Aggiornamento del 05/06/2021

L'isola tropicale Sri Lanka precedentemente nota come (Ceylon) si trova appena a sud del subcontinente indiano, vicino all'equatore. Questa nazione tropicale accoglie milioni di viaggiatori ogni anno. La fiorente industria del turismo dello Sri Lanka è stata duramente colpita dalla pandemia di Covid-19 e l'arrivo di turisti sulle sue coste è precipitato ai minimi storici nel 2020.

Tuttavia, lo Sri Lanka è diventato l'hub per il cambio dell'equipaggio durante la pandemia di Covid-19 e gli equipaggi delle navi da varie parti del mondo stanno arrivando in Sri Lanka per salire a bordo delle loro navi. Questi equipaggi delle navi sono sottoposti a un periodo di quarantena obbligatoria di almeno 14 giorni, che si svolge sotto la supervisione degli ufficiali medici del governo.

Ad alcuni degli hotel dello Sri Lanka è stato concesso il permesso di offrire il pacchetto vacanza per il tempo libero in quarantena di 14 giorni per i viaggiatori interessati. Circa 3 dozzine di hotel turistici (hotel di livello 1) in Sri Lanka sono stati autorizzati ad accogliere viaggiatori stranieri, che soddisfano il requisito di base per atterrare in Sri Lanka, i viaggiatori possono prenotare questi hotel tramite agenzie di viaggio o direttamente con i dipartimenti di prenotazione di i rispettivi alberghi.

Durante il periodo di quarantena, i viaggiatori non possono lasciare gli hotel ma sono liberi di muoversi all'interno dei locali dell'hotel, sono inoltre liberi di utilizzare tutte le strutture e i servizi disponibili nell'hotel. Durante il periodo di 14 giorni, i viaggiatori devono sostenere 2 test PCR. Dopo il completamento di 14 giorni nell'hotel di livello 1, se i viaggiatori non presentano sintomi di Covid-19, hanno il permesso di spostarsi sull'isola e visitare luoghi turistici.

Aggiornamento del 02/03/2021

Vacanze senza quarantena post-COVID-19 in Sri Lanka

Riaprendo i confini dello Sri Lanka per i viaggiatori stranieri, le autorità turistiche dello Sri Lanka hanno autorizzato i tour operator locali a offrire vacanze gratuite ai viaggiatori stranieri. Tuttavia, i viaggiatori avrebbero dovuto prendere entrambi gli isolamenti COVID-19 almeno 14 giorni prima di visitare il paese. Gli ospiti che hanno ricevuto entrambi i vaccini possono anche muoversi liberamente senza ulteriori norme di quarantena.

I viaggiatori che non avevano ricevuto entrambi i vaccini al momento della visita sull'isola dovrebbero seguire le procedure precedentemente introdotte durante la vacanza in Sri Lanka.

  • Nuovi protocolli rilassati consentono la libera circolazione all'interno della bolla 
  • Requisito di soggiorno minimo eliminato
  • Bio-bolla creata per consentire le visite al sito 

Lo Sri Lanka offrirà l'esperienza "senza quarantena" ai turisti stranieri quando il paese aprirà i suoi aeroporti questo giovedì per i voli commerciali, ha affermato l'Autorità per lo sviluppo del turismo dello Sri Lanka (SLTDA). 

Di conseguenza, la SLTDA ha pubblicato una serie più rilassata di protocolli di sicurezza per i visitatori, che consente loro di esplorare la nazione insulare con meno restrizioni. L'autorità ha affermato che i protocolli di sicurezza sono stati approvati dal ministero della Salute e anche semplificati in consultazione con le parti interessate del settore per "garantire una transizione graduale per iniziare le operazioni nel bel mezzo di questa nuova normalità".

Mentre il requisito del soggiorno minimo proposto in precedenza è stato abolito, i turisti potranno muoversi liberamente con restrizioni minime. “I visitatori dell'isola possono rimanere anche tre o quattro giorni. Lo Sri Lanka offre anche un'esperienza per i visitatori "senza quarantena", in cui i visitatori possono usufruire di tutte le strutture nei rispettivi hotel, comprese le piscine, le terme, la palestra, ecc. ", ha affermato SLTDA in una nota.

Secondo il protocollo rinnovato, gli unici requisiti che i turisti devono soddisfare per entrare nel Paese sono avere un risultato negativo del test PCR da un laboratorio accreditato 96 ore prima della partenza e la necessità per i viaggiatori di soggiornare in un 'Safe and Secure'-certificato, Hotel o hotel di livello 1, nei primi 14 giorni di permanenza.

Gli hotel, che sono certificati COVID-19 "sicuri e protetti", non saranno autorizzati ad accettare prenotazioni per organizzare eventi o banchetti per la gente del posto.

"Ciò garantisce la creazione di una biobolla per i visitatori internazionali, garantendo la sicurezza delle comunità locali, dei dipendenti del settore e dei visitatori del settore", ha affermato SLTDA. La SLTDA ha sottolineato che i rispettivi hotel e fornitori di alloggi, insieme agli agenti di viaggio e ai tour operator, sarebbero incaricati di garantire che i visitatori non rompano la bolla della sicurezza. Per facilitare il movimento sicuro verso i siti turistici, l'SLTDA ha affermato che, insieme alle parti interessate del settore, è stata creata una biobolla per consentire ai visitatori internazionali di esplorare più siti e attrazioni in Sri Lanka.

I siti includono luoghi come la riserva forestale di Sinharaja, i parchi nazionali di Yala, Udawalawe, Kaudulla e Wilpaththu, l'osservazione delle balene di Mirissa, la fortezza di Sigiriya, Anuradhapura (escluso "Sri Maha Bodhiya") e Polonnaruwa, tra gli altri.

L'SLTDA ha ribadito che avrebbe fatto tutto il possibile per offrire ai visitatori internazionali "un momento straordinario", garantendo al contempo la loro sicurezza e fornendo un ambiente operativo sicuro e protetto per i fornitori di servizi dell'industria del turismo.

Ha aggiunto che sono state prese anche misure adeguate per garantire che anche le comunità locali siano protette e messe in sicurezza.