Porto di Galle, Sri Lanka

Galle è una festa popolare destinazione in Sri Lanka meridionale. Galle Harbour e il Galle Fort sono le parti più importanti della città e sono importanti percettori di valuta estera per l'isola perché attrae molti viaggiatori stranieri. Il Forte di Galle attrae principalmente migliaia di viaggiatori ogni anno, mentre il Forte di Galle offre un ormeggio sicuro per piccole navi passeggeri e yacht.

Sommario

Galle è popolare destinazione per le vacanze al mare nel sud dello Sri Lanka. Galle Harbour e Galle Fort sono le parti più importanti della città e sono importanti percettori di valuta estera per l'isola. Il Forte di Galle attrae principalmente migliaia di viaggiatori ogni anno, mentre il Forte di Galle offre un ormeggio sicuro per piccole navi passeggeri e yacht. Il porto di Galle è un porto naturale, situato nella città di Galle, nello Sri Lanka, nel sud dello Sri Lanka. Attualmente Galle, il porto è utilizzato come porto regionale nel paese. Allo stesso modo, questo porto dello Sri Lanka è il fulcro degli yacht da diporto che arrivano in Sri Lanka. Le società globali di yacht hanno percepito il porto di Galle come una delle migliori attrazioni al mondo per lo yachting.

Storia del porto di Galle

Il porto di Galle era un porto importante nel paese, utilizzato anche durante l'epoca precristiana e acquisì importanza dopo il XII secolo. Negli anni del XIV secolo, il porto di Galle era il porto principale dello Sri Lanka e mantenne la sua importanza fino al 1873, quando un porto artificiale di Colombo divenne il porto principale.

Dopo lo sviluppo del Forte di Galle nel XVII secolo, Galle Portt è stato per oltre 200 anni un porto importante nel Mar Indiano, un importante molo per barche e navi che viaggiavano tra l'Europa e l'Asia. Quando il governo coloniale inglese costruì un frangiflutti nel porto di Colombo alla fine del diciannovesimo secolo, fu indirizzato gran parte del traffico marittimo globale Colombo di Galle. Da lì in poi, Galle Port si è trasformato in un porto facoltativo del paese, tuttavia, in realtà gestisce alcune navi e barche.

Progetto di miglioramento del porto di Galle

L'autorità portuale dello Sri Lanka intendeva sviluppare l'attuale porto di Galle per soddisfare la crescente domanda di movimentazione merci per lo Sri Lanka e per altre destinazioni mondiali. Ciò è previsto con lo sviluppo di un terminal per navi passeggeri in acque profonde e argini, dragaggio del canale e del bacino di ingresso e altre strutture nel porto di Galle per contribuire al miglioramento monetario del paese.

Alcune delle strutture offerte dal porto di Galle sono state danneggiate durante lo tsunami nell'Oceano Indiano del 2004. Il miglioramento proposto mira anche a fornire un vero e proprio porto turistico per yacht per il porto di Galle per lavorare con gli yacht di scalo, nonché per attrarre ulteriori yacht.

SLPA spera di offrire possibilità di attracco a navi da viaggio di 300 m (980 piedi) di lunghezza e navi merci di 200 m (660 piedi) di lunghezza che hanno una profondità di 10 m (33 piedi) e 10.9 m (36 piedi) separatamente con questo miglioramento . Ciò sarà realizzato sviluppando un frangiflutti per coprire gli impatti delle onde nell'area di Galle Bay.

Archeologia marittima intorno al porto di Galle

Galle Harbour è un sito famoso tra gli archeologi marittimi locali e stranieri che stanno facendo esplorazioni sui vecchi trasporti marittimi. Molti naufragi durante l'era coloniale del portoghese, L'olandese e l'inglese dovrebbero essere visibili nella regione intorno alla baia di Galle, situata vicino al porto di Galle. Notevoli relitti nella zona includono "The East Indiaman Avondster" (1659), il relitto VOC Hercules (1661), Dolfijn (1663), Barbesteijn (1735) e Geinwens (1776). Gli archeologi marini della Sea Prehistoric Studies Unit (MAU) di Focal Social Asset (CCF) con sede a Galle hanno diretto numerose indagini archeologiche nell'area del porto di Galle.

Il primo museo sottomarino dello Sri Lanka si trova anche a una profondità di 15 m (49 piedi) all'interno dell'area del porto di Gaal, offrendo una nuova esperienza turistica agli amanti dell'archeologia marina. È stato allestito dalla forza navale dello Sri Lanka nel giugno 2020. Le sculture in questo museo dovrebbero formare dopo un po 'di tempo una barriera corallina artificiale, che migliorerebbe la vita marina della regione del porto di Galle.