Vecchia città di Polonnaruwa

L'antica città di Polonnaruwa non svolse il ruolo di capitale fino all'XI secolo, l'adozione di Polonnaruwa come principale capitale reale dello Sri Lanka, tuttavia, fu un risultato immediato delle invasioni Tamil del X e XI secolo, queste invasioni fanno parte della storia dell'India tanto quanto lo sono Sri Lanka. L'esistenza di un numero significativo di popolazioni tamil oggi sull'isola, senza dubbio discendenti in parte di precedenti invasori e in parte di immigrati pacifici, è attestata sia dalle cronache che dalle iscrizioni.

Antica città di Polonnaruwa

Recentemente ho ricevuto una mail da uno dei lettori che mi chiedeva di scrivere altri articoli sulla storia dello Sri Lanka. Come autore di questo blog, devo rispettare le richieste dei miei lettori, trovano utile il mio blog, ecco perché tornano più e più volte e controllano i miei articoli.

Una volta ricevuta quell'email ho pensato di fare un altro articolo con fatti storici. Ho già scritto molti articoli sulla storia dello Sri Lanka a partire dall'uomo dell'età della pietra, il tempo del re e l'era coloniale fino ad oggi. Tuttavia, non avevo scritto molto sulla storia di Polonnaruwa anche se ho pubblicato molti post sul blog su varie attrazioni di questa città storica. Perciò ho pensato di dedicare questo articolo ai fatti storici di Polonnaruwa.

Regno di Polonnaruwa

La città di Polonnaruwa, che è un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO, è uno dei più importanti luoghi turistici in Sri Lanka. Ed è un hotspot turistico ed è incluso nella maggior parte Pacchetti turistici dello Sri Lanka.

Anuradhapura è la città più antica dello Sri Lanka dal III secolo a.C. all'XI secolo d.C. Il ruolo della capitale dello Sri Lanka è stato trasferito da Anuradhapura a Polonnaruwa, a causa delle incessanti invasioni dell'India meridionale.

Se ti piace saperne di più sui luoghi di Polonnaruwa come Gal Viharaya, controlla il mio articolo su, il 14 posti migliori da visitare a Polonnaruwa.

Un gran numero di visitatori che sono molto entusiasti del attrazioni storiche di Polonnaruwa scrivici spesso e chiedi informazioni sui luoghi interessanti da visitare a Polonnaruwa, alloggi a Polonnaruwa e chiedici di organizzare pacchetti turistici per visitare Polonnaruwa. Dal momento che Polonnaruwa è tale importante attrazione storica, ho pensato di scrivere alcuni fatti storici sulla città e sul re che hanno maggiormente contribuito al miglioramento di Polonnaruwa.  

Evoluzione degli insediamenti umani nella vecchia città di Polonnaruwa

La città di Polonnaruwa non è tra i più antichi insediamenti ariani dello Sri Lanka. La prima nota su Polonnaruwa è scritta Mahawamsa (antica cronaca) in connessione con il re Aggabodhi 3 (626-41), che si dice abbia dotato un monastero a Polonnaruwa. Il re di Aggabodhi 4 (658-74) risiedeva a Polonnaruwa quando morì, così come Aggabodhi 7 (766-72). Nel regno di Sena 5 (972-81) un generale ribelle, detto anche Sena, fece della città il suo quartier generale, e lo stesso Sena 5 vi si stabilì da allora in poi sopprimendo la rivolta.  

Secondo gli archeologi, alcune epigrafi, incise su pietre, fornivano informazioni vitali riguardo ai giorni gloriosi di Polonnaruwa e registravano donazioni reali, che indicano anche l'importanza della città storica nel 9th e 10th secoli.

L'antica città di Polonnaruwa non svolse il ruolo di capitale fino all'XI secolo, l'adozione di Polonnaruwa come principale capitale reale dello Sri Lanka, tuttavia, fu un risultato immediato delle invasioni Tamil del X e XI secolo, queste le invasioni fanno parte della storia dell'India tanto quanto lo sono dello Sri Lanka.

L'esistenza di un numero significativo di popolazioni tamil oggi sull'isola, senza dubbio discendenti in parte di precedenti invasori e in parte di immigrati pacifici, è attestata sia dalle cronache che dalle iscrizioni.  

Invasioni tamil della vecchia città di Polonnaruwa

Nonostante le invasioni dell'India meridionale nel X secolo, fino alla fine del regno di Mahinda 10, Polonnaruwa era stata una città prospera. Sotto Sena 4 (5-972) e Mahinda 81 (5-981), tuttavia, le condizioni sono cambiate. Entrambi i re erano stati piuttosto inefficienti. Il paese fu saccheggiato dai mercenari dravidici, sempre un elemento molto dubbio nella politica del corpo. Il potere del re Sena 1017 fu molto indebolito durante il suo regno dalla rivolta del generale Sena.

Nonostante le invasioni dell'India meridionale nel 10th secolo, fino alla fine del regno di Mahinda 4, Polonnaruwa era stata una città prospera. Sotto Sena 5 (972-81) e Mahinda 5 (981-1017), tuttavia, le condizioni sono cambiate. Entrambi i re erano stati piuttosto inefficienti.

Il paese fu saccheggiato dai mercenari dravidici, sempre un elemento molto dubbio nella politica del corpo. Successivamente, tra il 1001 e il 1004, il re Chola Rajarraja invase lo Sri Lanka e governò il paese per un po 'di tempo alla scomparsa di Rajaraja, suo figlio Rajendra 1 governò alcune parti dello Sri Lanka, tra cui Rajarata e la penisola settentrionale.

Riconquistare il controllo di Polonnaruwa dal re di Vijayabahu

Tuttavia il re singalese di Ruhunu Rata (sud dello Sri Lanka) Vijayabahu marciò verso il nord dello Sri Lanka e Rajarata (Polonnaruwa e Anuradhapura), attraverso la costa orientale e la costa occidentale, rendendo difficile per l'esercito di Chola resistere all'attacco dell'esercito nativo.

La vittoria dell'esercito dello Sri Lanka è stata abbastanza facile tranne che a Polonnaruwa, dove hanno dovuto combattere per sei settimane per ottenere la cattura della città. Subito dopo la sconfitta in Sri Lanka, il re Chola Kulottunga (1070-1120), decise di abbandonare l'isola, da allora in poi il re Vijaybahu governò l'isola. La consacrazione del re Vijayabhu come re dello Sri Lanka ebbe luogo nel 1073, nell'antica capitale religiosa di Anuradhapura. Ma Polonnaruwa è rimasta la capitale dominante dello Sri Lanka durante il suo mandato.

Il re Vijayabahu mantenne Polonnaruwa come sua residenza principale, nonché capitale reale dell'isola, che era stata la stessa capitale dominante dell'esercito di Chola.

Perché il re Vijayabahu ha reso Chola City la capitale dominante dello Sri Lanka?

La sua ragione per mantenere la capitale di Chola è ovvia; Rohana non si era ancora del tutto ripresa dall'anarchia della prima metà del secolo ed era probabilmente ancora in gran parte nelle mani di capi vassalli pronti a ribellarsi al minimo segno di debolezza. In effetti ci sono diversi resoconti di rivolte nel corso del lungo regno di Vijayabahu, ed è evidente che non fu in grado di ripristinare completamente il buon governo dei giorni prosperi prima dell'occupazione di Chola.

Una di queste rivolte della descrizione più seria ebbe luogo quando il re Vijayabahu stava radunando le sue truppe per un'invasione del dominio di Chola sulla terraferma, dove Kulottunga Chola aveva maltrattato gli inviati inviati da Vijayabahu a Vikramaditya VI.

I Velakkara, o scelti mercenari dravidici, si ribellarono alla prospettiva di invadere le terre del popolo del loro re, uccisero i due generali che dovevano guidare la spedizione e saccheggiarono Polonnaruwa e il paese circostante. Il palazzo reale fu raso al suolo e diversi membri della famiglia reale furono catturati. Ma Vijayabahu riuscì a fuggire, fuggì a sud e tornò per compiere una vendetta sommaria e crudele sui capi dei ribelli.

Polonnaruwa sotto il dominio del re Parakrambahu

Parakramabahu è la migliore leggenda del Culavamsa e, sotto il suo sostegno, la città di Polonnaruwa si sviluppò fino a raggiungere la stessa grandezza di Anuradhapura nella diversità architettonica e come deposito di arti e mestieri buddisti. Parakramabahu era un incredibile sostenitore del buddismo e anche un riformatore. Ha riorganizzato il sangha (monaci buddisti) e ha risolto uno scisma di lunga data tra Mahavihara - - il chiostro buddista Theravada - - e Abhayagiri - - i monaci religiosi buddisti Mahayana. Il governo di Parakramabahu si armonizzava con l'ultimo grande periodo delle conquiste dell'ingegneria idraulica singalese; numerosi sistemi di irrigazione avanzati furono costruiti durante il suo governo, incluso il suo più alto risultato, l'enorme Parakrama Samudra (Oceano di Parakrama o Parakrama Tank).

Polonnaruwa divenne una delle grandi capitali del vecchio mondo, e lo specialista di storia inglese del diciannovesimo secolo Sir Emerson Tenant stimò addirittura che durante lo standard di Parakramabahu, il numero di abitanti a Polonnaruwa arrivasse a 3 milioni - una cifra, tuttavia, che è vista come irragionevolmente alto dagli studenti di storia del XX secolo.

Sviluppo di Polonnaruwa sotto il re Parakramabahu

Il governo di Parakramabahu fu un periodo di rinascita buddista e un periodo di espansione del buddismo in paesi stranieri. Parakramabahu fu molto forte nell'inviare una missione correttiva contro i birmani per il loro abuso di una missione dello Sri Lanka nel 1164. Allo stesso modo, il sovrano singalese si intromise ampiamente nelle questioni legislative indiane e attaccò l'India meridionale in alcune campagne infruttuose per aiutare un pretendente pandiano al trono .

Sebbene sia una figura venerata nei registri singalesi, si ritiene che Parakramabahu abbia messo a dura prova il deposito reale e abbia contribuito alla caduta del regno singalese. La storia post-Parakramabahu di Polonnaruwa descrive l'annientamento della città 29 anni dopo la sua scomparsa e quindici governanti dopo.

Disordini politici nel regno di Polonnaruwa

Per il decennio successivo alla scomparsa di Parakramabahu, tuttavia, durante il governo di Lord Nissankamalla (promozione 1187-97) si verificò un periodo di pace, armonia e stabilità del paese. Durante il regime di Nissankamalla, le leggi brahmaniche entrarono in vigore per controllare il sistema delle caste cingalesi. Quindi, lo strato di posizione più elevato divenne correlato al rango di coltivatore e il possesso della terra conferì uno status elevato. La casta professionale divenne codici dietetici e matrimoniali ereditati e gestiti. Nella parte inferiore degli strati di casta c'erano i Chandala, che erano generalmente inavvicinabili agli indiani. Fu durante questo breve periodo che divenne obbligatorio per il re singalese essere buddista.

Dopo la scomparsa di Nissankamalla, una progressione di controversie dinastiche aumentò la separazione del regno di Polonnaruwa. L'instabilità interna descrisse il periodo successivo e gli attacchi di intrusi Chola e Pandyan crearono turbolenze più evidenti, finendo con uno sforzo travolgente da parte dei Kalinga, una tradizione dell'India orientale. Quando Magha, il re Kalinga morì nel 1255, iniziò un altro periodo di instabilità, che denota l'inizio dell'abbandono di Polonnaruwa e del movimento singalese verso sud-ovest dalla zona arida settentrionale. I seguenti tre re dopo Magha riuscirono dai forti rocciosi verso l'ovest di Polonnaruwa. L'ultimo re a controllare Polonnaruwa fu Parakramabahu III (1278-93).

I governanti stranieri sfruttarono la turbolenta condizione politica del regno cingalese e nel XIII secolo Chandrabhanu, un re buddista della Malesia, attaccò l'isola due volte. Ha cercato di mantenere le due reliquie più sacre del Buddha sotto la tutela singalese, la reliquia del dente e la ciotola dell'elemosina.

Alcune delle regole che regnano nel paese da Polonnaruwa

Re Vijayabahu - 1055 d.C. - 1110 d.C

Il re Vijayabahu è un potente sovrano che ha schiacciato i Chola e unito il paese ancora una volta. Era il re principale del regno di Polonnaruwa. Ha rinnovato il sistema di irrigazione, ha incoraggiato il commercio e ha fatto numerose cose per rendere prospera la nazione. Il signore successivo fu suo fratello "Jayabahu" (1110 d.C. - 1111 d.C.) e successivamente il figlio del sovrano Vijayabahu "Vickramabahu II" (1111 d.C. - 1132 d.C.) divenne il sovrano. Dopo di lui, l'alta posizione va a suo figlio “Gajabahu II” (Promozione 1132 – Pubblicità 1153).

Re Veera Parakramabahu - 1153 d.C. - 1186 d.C


Il successivo re della nazione era figlio di un certo parente sovrano di nome Manabharana e il re Parakramabahu dovrebbe essere il miglior re di Polonnaruwa. Durante il suo governo, sviluppò un enorme sistema di gestione dell'acqua, incoraggiò arti e mestieri, riorganizzò l'esercito e abbracciò missioni militari nell'India meridionale e in Myanmar.

Tra i suoi progetti di sviluppo, il migliore è il carro armato Parakrama Samudraya. Si tratta di un enorme serbatoio di stoccaggio dell'acqua ed era per la sua famosa espressione “non tanto quanto una goccia d'acqua che viene dal diluvio dovrebbe fluire nel mare senza essere resa utile all'uomo”.

Durante il suo governo, inviò una missione punitiva contro i re di Ramanna e sostenne i Pandya contro i Chola nel sud dell'India. Era in grado di scambiare fonti di cibo con nazioni diverse per niente poiché la nazione era molto più prospera. Un'altra verità significativa è quella architettonica. Questo re ha sviluppato numerosi dagoba, monasteri e castelli, alcune strutture sono ancora rimaste com'erano. Il re successivo era soprattutto il figlio di Gajabahu "Vijayabahu II" (1186 dC - 1187 dC) e fu ucciso dal sovrano "Mahinda" (05 giorni).

Re Nissanka Malla - dal 1187 d.C. al 1196 d.C

Quindi, il primo ministro del re Vijayabahu, Nissanka Malla, ebbe l'opportunità di sconfiggere il re Mahinda e ottenere la regalità. È anche un sovrano popolare grazie ai suoi progetti di sviluppo, ad esempio "Nissanka Latha Mandapaya" e "Hetadage", che è stato utilizzato come tempio della reliquia del dente. Dopo di lui, suo figlio "Weerabahu" (3 mesi) si trasformò nel re ma fu ucciso da sacerdoti. Quindi il fratello del re Nissanka Malla "Wikramabahu" (90 giorni) divenne il sovrano. Quindi il nipote del re Nissanka Malla "Chodaganga" (09 mesi) rivendicò l'alta posizione.

Regina Lilavati - dal 1197 d.C. al 1200 d.C

I ministri hanno ucciso il re Chodaganga e la moglie del sovrano Veera Parakramabahu, Lilavati, è diventata la sovrana del paese. Quindi, a quel punto, un re di Okkaka Vansa chiamato "Sahassa Malla" (1200 d.C. - 1202 d.C.) prese la corona dal sovrano Lilavati e divenne il sovrano.

Regina Kalyanavati - Dal 1202 d.C. al 1208 d.C

Il re Sahassa Malla fu ucciso dai ministri e successivamente salì al trono la moglie del re Nissanka Malla chiamata Kalyanavati. Quindi, a quel punto, suo figlio "Dharmashoka" (1208 d.C. - 1209 d.C.) si trasformò nel re. Il sovrano Dharmashoka è stato ucciso da un ministro tamil chiamato "Anikanga" (07 giorni) e si è trasformato nel re.

Quindi la regina Lilavati (1209 d.C. - 1210 d.C.) fu ristabilita superando Anikanga. Quindi un ministro chiamato "Lokissara" (1210 d.C. - 1211 d.C.) detronizzò la regina Lilavati con l'assistenza dei Tamil e la regina Lilavati (1211 d.C. - 1212 d.C.) si ristabilì nuovamente sconfiggendo il re Lokissara. Alla fine la regina Lilavati fu detronizzata da suo fratello "Parakrama Pandya" (1212 d.C. - 1215 d.C.). Quindi un re Kalinga chiamato "Magha" noto come Kalinga Magha (1215 d.C. - 1236 d.C.), dall'India, derubò il trono dello Sri Lanka e iniziò a distruggere numerosi dagoba, templi, città e numerose altre costruzioni. Magha l'intruso distrusse il Regno e la città reale. Non è possibile che Polonnarua abbia mai recuperato nulla della sua precedente grandezza dopo questo.

Durante questo lasso di tempo, le forze dei singalesi locali iniziarono a spostarsi verso sud. Portarono con sé la reliquia del dente per salvaguardarla da Magha. In questo modo il prossimo re singalese ascende da sud, Dambadeniya non da Polonnaruwa. In questo modo, Polonnaruwa perse ulteriormente la sua gloria di capitale.

Come visitare l'antica città di Polonnaruwa?

Avventurarsi in un viaggio in Sri Lanka è il modo migliore per esplorare questa affascinante città archeologica. Ecco alcuni tour dello Sri Lanka che includono Polonnaruwa,

Premi i pulsanti sottostanti e condividi il post sui social media se ti piace questo post