Vacanze nel nord-est dello Sri Lanka

Sommario

Vacanze nel nord-est dello Sri Lanka

Il nord-est dello Sri Lanka è il meno esplorato destinazione di vacanza in Sri Lanka. I turisti hanno abbandonato il nord-est dello Sri Lanka, per più di 30 anni dal 1983 al 2009, a causa del conflitto etnico. Il conflitto etnico ha causato una grande perdita per l'intero paese. La vita civile nel nord e nell'est è stata gravemente paralizzata e tutte le industrie, inclusa l'industria del turismo, sono state in gran parte paralizzate.

Il nord-est dello Sri Lanka abbandonato dai viaggiatori

Il nord-est dello Sri Lanka era parzialmente controllato da un'organizzazione terroristica. Pertanto, i turisti sono tenuti lontani dal nord-est dello Sri Lanka per motivi di sicurezza. La maggior parte dei paesi ha messo in guardia i propri cittadini dal viaggiare nel nord-est dello Sri Lanka. C'era una seria preoccupazione per la sicurezza del Nordest fino al 2009.

C'è stato un numero relativamente basso di turisti che visitano questa parte del paese. Ma dalla fine della guerra civile nel 2009, c'è stato un aumento significativo. Le cose stanno cambiando molto rapidamente da tutti gli angoli come politico, economico e stile di vita.

Il turismo è una delle industrie che ha maggiormente sofferto a causa del conflitto. Ma il turismo si è ripreso rapidamente negli ultimi decenni. Tuttavia, il numero di turisti nel nord e nell'est è molto basso rispetto alla costa occidentale e meridionale.

Il nord-est dello Sri Lanka deve fare ancora molta strada

Ma con la fine della guerra civile, ora è sicuro viaggiare in questa parte del Paese. La vita civile del nord e dell'est è tornata alla normalità e le persone sono salvate dalla paura della guerra.

Il nord e l'est dello Sri Lanka sono ancora sottosviluppati e c'è ancora molta strada da fare prima che sia completamente recuperato. Durante la guerra non ci sono stati miglioramenti o manutenzioni significative delle infrastrutture come strade, ferrovie, reti elettriche e telefoni. Ma, dopo trent'anni, dal 2009 il governo ha avviato molti progetti per normalizzare l'infrastruttura.

Nord-est: la destinazione turistica emergente in Sri Lanka

La costa orientale dello Sri Lanka è sotto i riflettori dopo oltre trent'anni di abbandono da parte dei viaggiatori di tutto il mondo. La costa orientale di Lo Sri Lanka era una popolare destinazione per le vacanze al mare sull'isola, prima dell'inizio del periodo nero della storia dello Sri Lanka (guerra civile).

Con l'inizio della guerra civile nel 1983, l'attenzione dei viaggiatori del mondo si è spostata dalla costa orientale. Tuttavia, la costa orientale possiede alcune delle spiagge più belle dello Sri Lanka e attualmente molti progetti di sviluppo hanno impostato l'intera regione per un rapido sviluppo.

Le spiagge del nord-est sono pittorescamente situate al confine con l'Oceano Indiano. Le destinazioni per le vacanze al mare della costa orientale dominano la vista sull'Oceano Indiano.

Importanza del nord-est dello Sri Lanka per il turismo

La costa orientale di Lo Sri Lanka è famoso per le vacanze al mare, sport acquatici, osservazione delle balene e osservazione dei delfini. A prima vista, i visitatori potrebbero pensare che non c'è molto da fare sulla costa orientale oltre a fare un salto da una spiaggia all'altra.

Tuttavia, dopo viaggiando lungo la costa orientale dello Sri Lanka ti renderai conto che la costa orientale di Lo Sri Lanka non manca mai di luoghi turistici. Puoi trascorrere anche mesi esplorando tutte queste attrazioni turistiche della regione.

Trincomalee

Trincomalee è la città più popolare sulla costa orientale dello Sri Lanka e lo sforzo di sviluppo della costa orientale è in gran parte concentrato Trincomalee. In quanto tale, attualmente, Trincomalee sembra piuttosto vivace ma in alcuni casi diventa frenetica.

Costa orientale di Lo Sri Lanka può essere descritto come un melting pot culturale. singalese, tamil e i musulmani vivono in armonia in questa parte del paese da molto tempo.

La storia della costa orientale risale all'era precristiana. Era occupato dal Comunità buddista cingalese nei primissimi giorni della civiltà cingalese. Successivamente con l'arrivo di altri gruppi etnici, è diventata una regione multiculturale e multireligiosa dello Sri Lanka.

L'osservazione di balene e delfini è una delle attività popolari nella regione, dove è possibile osservare da vicino questi affascinanti animali nel loro habitat naturale. Anche le immersioni e lo snorkeling sono attività popolari qui. Ci sono molti punti caldi per le immersioni sulla costa orientale dello Sri Lanka ad esempio Pigeon Island.

La maggior parte delle città della costa orientale sono state anche destinazioni popolari, dove i turisti possono gustare pesce fresco. L'industria della pesca è il principale quartiere vivace della gente qui e la costa orientale contribuisce a una notevole quantità di pescato sull'isola. Pertanto gli articoli di pesce sono molto comuni qui e anche molto convenienti. La zootecnia e l'agricoltura sono gli altri generatori di reddito più importanti per le persone qui.

Inoltre, il cibo in stile indiano è disponibile qui in abbondanza a causa della numerosa popolazione Tamil. In alcuni luoghi, la popolazione tamil supera gli altri due principali gruppi etnici.

C'è una carenza di strutture ricettive sulla costa orientale. Non c'erano stati molti investimenti nella regione durante la guerra, soprattutto nel settore del turismo. Pertanto è diventato un grave problema trovare un posto adeguato per dormire. Ci sono solo alcuni hotel di medie dimensioni qui, mentre la maggior parte degli altri facilitatori di alloggi possiede piccole case di riposo e pensioni.

Le infrastrutture turistiche sottosviluppate rappresentano un grave ostacolo allo sviluppo dell'industria del turismo nel nord-est dello Sri Lanka. C'è una grave carenza di hotel, strutture ricreative per i viaggiatori.

Diversi nuovi hotel hanno iniziato la loro attività negli ultimi anni. Diversi altri nuovi hotel sono in costruzione sul spiagge del nord e dell'est dello Sri Lanka.

Nonostante l'aggiunta di numerosi nuovi hotel, l'inadeguatezza delle strutture ricettive si fa sentire molto durante l'alta stagione turistica (aprile-novembre). Con il completamento di questi nuovi hotel, si prevede di ridurre la domanda eccessiva di alloggi.

Quando andiamo

Da aprile a novembre è il periodo migliore per viaggiare nel nord-est dello Sri Lanka. Durante questi sei mesi, il il tempo è molto adatto per le attività all'aperto. Le precipitazioni nelle giornate di sole più basse e calde prevalgono per la maggior parte del tempo. Il resto dell'anno (da novembre ad aprile) è considerato poco adatto per le vacanze nel nord-est dello Sri Lanka a causa dell'influenza del monsone.

Attività

La costa orientale dello Sri Lanka offre una vasta gamma di attività per i viaggiatori. La costa orientale attira soprattutto gli amanti delle vacanze al mare. Le spiagge incontaminate e pulite della costa orientale sono alcune delle migliori spiagge dello Sri Lanka. L'acqua bassa ti permette di camminare per chilometri nel mare. 

Il mare intorno alla costa orientale è particolarmente adatto per le immersioni e lo snorkeling, a causa della grande concentrazione di coralli, piante e specie di pesci esotici sul fondale. Il mare di levante Lo Sri Lanka è abitato da un gran numero di balene e delfini che lo rendono un punto caldo per l'osservazione delle balene nella regione.

Siti archeologici

Ci sono un gran numero di attrazioni nel nord e nell'est dello Sri Lanka. Queste attrazioni includono monumenti religiosi, attrazioni naturali, luoghi storici e attrazioni dal tocco coloniale. Alcune delle attrazioni più importanti della regione sono Thiriyaya, Somawathiya, il tempio di Nallur, i forti di Jaffna e Trincomalee, Swami Rock e Nagadeepa.

Rajagala archeologico site

Il sito archeologico di Rajagala si trova nella divisione Gramaseva di Rajagalatenna nel distretto di Ampara. Si ritiene che Rajagalatenna sia un Monastero buddista circa 2500 anni prima. Gli archeologi ritengono che in questo tempio risiedesse un gran numero di monaci buddisti e che il numero di monaci residenti fosse stimato intorno ai 2500.

C'è un gran numero di manufatti scoperti durante gli scavi nel sito finora. Ci sono diverse iscrizioni su pietra tra gli oggetti di valore recuperati dal sito. Recentemente altre due iscrizioni su pietra sono state scoperte anche da un team di archeologi della Sri Jayewardenepura University, Colombo.

Le iscrizioni erano state fatte da un leader regionale a Rajagalatenna. Si ritiene che le iscrizioni siano state scritte durante il regno del re Buddadasa. Secondo le iscrizioni il tempio era conosciuto come Girikumbila.

Le iscrizioni rivelano informazione preziosa sulle donazioni ricevute dai monaci al tempio di Girikumbila. Secondo i membri del gruppo di ricerca, l'iscrizione rivela anche molte informazioni sul sistema di governo e sullo stampo politico dell'area di Digamadulla nei tempi antichi.

Anche il sito era stato chiamato Rassagala (la grotta di Rassa); gli archeologi ritengono che sia stato chiamato Rassagala, mentre risiedeva dal popolo della tribù Raksha.

Il tempio Rajagala era stato un complesso monastico rupestre di una civiltà avanzata e gli archeologi hanno scoperto molti edifici sparsi su una vasta area. Hanno scoperto pregevoli opere murarie in pietra e un gabinetto con sistema di drenaggio in una delle grotte. I reperti archeologici sono esempi classici della grandezza dell'antico regno di Ruhuna.

L'antico tempio si estendeva su più di mille acri. Finora sono stati scoperti più di 1400 luoghi archeologicamente importanti all'interno dei confini del sito. Tra i preziosi manufatti scoperti ci sono iscrizioni su pietra, dagoba, case di immagini, pietre di luna, pietre di guardia e Statue di Buddha. Gli archeologi hanno scoperto alcuni dipinti nelle grotte del tempio e si credeva che fossero stati realizzati dalle persone della prima civiltà.

Rajagala sito archeologico è una delle attrazioni turistiche religiose impopolari nello Sri Lanka orientale. Si trova in una zona molto remota e la regione è una delle aree meno popolate del paese. Il sito archeologico si trova a circa 1030 piedi sul livello del mare. Anche se la data esatta dell'origine del tempio è sconosciuta, gli archeologi ritengono che risiedesse già nel III secolo a.C.

La sezione storico tempio buddista dello Sri Lanka è parzialmente distrutto dal cacciatore di reliquie in passato. Attualmente, il numero di visitatori del sito è in aumento e le strutture per i visitatori sono state notevolmente migliorate dal dipartimento di Archeologia. La recente scoperta è un prezioso contributo per convincere il mondo del valore storico del tempio e della dominazione buddista nell'isola che copre tutte le parti dell'isola.

Alberghi

Al momento, c'è una carenza di hotel e altri facilitatori di alloggio nella regione. Pertanto è altamente consigliabile avere una prenotazione della camera confermata prima di venire in hotel. La maggior parte degli hotel non offre la possibilità di prenotare una camera online. L'alternativa migliore è avere una prenotazione della camera tramite un tour operator.