Ambalangoda Mask Museum Ultima vetrina delle maschere dello Sri Lanka

Lo Sri Lanka ospita alcune dozzine di musei e il museo più popolare è il Musei Colombo che ha la più grande collezione di manufatti ed è anche il museo più visitato dello Sri Lanka. I musei sono sparsi in tutta l'isola. Tuttavia, la maggior parte dei musei si trova nel triangolo culturale dello Sri Lanka, nei siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO come Anuradhapura, Kandy ed Sigiriya.

Sommario

I musei in Sri Lanka possono essere classificati in alcune categorie come musei storici, musei naturali, musei d'arte ecc. Ho visitato la maggior parte dei musei in Sri Lanka e ogni museo che ho visitato fa pagare i suoi visitatori tranne il museo delle maschere Amabalangoda. Questo è il fatto più sorprendente che trovo sul museo delle maschere.

Credo che sia del tutto OK imporre una tassa ai visitatori di qualsiasi museo perché il mantenimento di un museo è un affare enorme e costa una perdita di denaro. Tuttavia, questo museo di maschere di proprietà privata non addebita nulla ai visitatori. È un chiaro segno che il proprietario del museo non ha alcuna motivazione commerciale per mantenerlo attivo, ma istruisce i visitatori sul ricco patrimonio di sculture di maschere dello Sri Lanka.

Accanto al museo delle maschere c'è un negozio di souvenir, dove i visitatori possono acquistare souvenir durante la loro visita al museo, forse il profitto che realizzano vendendo souvenir potrebbe aiutarli a mantenere il museo. Tuttavia, tutti coloro che visitano il negozio non acquistano un souvenir, quindi fare una donazione gratuita al museo potrebbe essere un'idea generosa.

Vale la pena visitare il museo delle maschere?

Devi pensare se vale la pena visitare il museo delle maschere? Credo valga la pena visitare il museo delle maschere. Il museo è dedicato alle maschere e mostra centinaia di maschere di tutte le età. La maggior parte di loro ha molte centinaia di anni e ha un'importanza storica, culturale e folcloristica. Non c'è nessun altro museo in Sri Lanka con una così vasta collezione di maschere.

Ambalangoda Mask Museum ultima vetrina delle maschere dello Sri Lanka

Il Museo delle Maschere di Ambalangoda si trova nella città di Ambalangoda e Spiaggia dell'Ambalangoda. Il museo delle maschere è uno dei principali attrazioni turistiche nel sud dello Sri Lanka ed è incluso nella maggior parte Tour dello Sri Lanka verso la costa meridionale. Il museo delle maschere è incluso nella maggior parte Viaggi su strada dello Sri Lanka quella copertina Sri Lanka meridionale.

È facile raggiungere il museo della maschera da Colombo e la costa ovest nonché località balneari della costa meridionale. tour di osservazione delle balene, Galle tour di un giorno, Safari sul fiume Madu Ganga e la Tour della spiaggia di Bentota sono diversi i tour che includono questo prezioso museo. Lo sono tutti gite di un giorno da Colombo. Dista circa 1 km dal centro della città di Ambalangoda al museo delle maschere.

Se soggiorni in un popolare località balneare sulla costa occidentale o sulla costa meridionale puoi facilmente visitare questa attrazione turistica dal tuo resort sulla spiaggia. Ci vorrebbe solo circa 1 ora di auto per arrivarci dalla maggior parte dei posti negli hotel della costa meridionale e occidentale.

Variazione delle maschere dello Sri Lanka

Le maschere variano a seconda del paese, della cultura e dell'ambiente. Il background sociale e ambientale differiva a seconda della composizione geografica ed etnica. I singalesi indossano maschere durante la danza del diavolo, la danza Kolam e talvolta nella danza Sokari (folclore).

Uso delle mascherine in Sri Lanka

Le maschere vengono indossate anche durante alcuni episodi nelle cerimonie Devol Madu a Nadagam e nelle processioni di strada. Per quanto riguarda le maschere singalesi non si possono ignorare le sue rapporto con l'India.

Quando sono state inventate le mascherine? È ancora una domanda a cui rispondere, anche se nessuno sa quando è stata inventata. Gli storici ritengono che le maschere siano state in uso per molti secoli. È vero che le maschere hanno dato concretezza e forma al volto in maniera convincente.

Utilizzo delle mascherine nel mondo

Le maschere singalesi potrebbero essersi sviluppate per una serie di motivi, forse sulla base del prototipo indiano. Ad esempio tra le tribù della giungla del sud-est dell'India le maschere rappresentano i demoni e la dea della terra. Anche queste somigliano un po' superficialmente alle maschere dell'Africa e della Nuova Guinea. Può essere interessante notare che elaborate maschere demoniache non sono conosciute altrove in India.

Fonti letterarie e archeologiche mostrano che il culto di yaksha, raksha, naga e garuda era stato molto popolare in India fino al 3rd e 4th secoli d.C. Con un processo graduale, l'induismo ha assorbito la maggior parte di questi spiriti e divinità come manifestazioni di Siva e Kali. Coloro che non potevano essere così assorbiti furono incorporati in un altro gruppo di esseri soprannaturali chiamati Gandharva, Kinnara, Apsarasa e Ganas.

L'India orientale, dove l'influenza indù è minima, è abitata da gruppi tribali come Gonds, Baigas, Murias, Pardham, Agaria e Bhuriyas. Tra questi gruppi tribali le maschere sembrano essere associate al culto degli spiriti.

Questi erano gli Yakkha e gli Yakshini associati alle colline. Poi c'erano i mostruosi demoni divoratori chiamati Rakshasa. Di natura gentile e gentile erano Nagas e Naginis, spiriti serpente semi-umani maschili e femminili dell'acqua.

Ancora un'altra classe di spiriti erano i Preta, gli spiriti dei morti e i Vetala che sono spiriti maligni che animano i cadaveri. Tali erano le credenze delle tribù pre-ariane dall'Afghanistan all'India meridionale. Lo Sri Lanka è così vicino e forse anche collegato via terra non avrebbe potuto non essere influenzato da tali credenze su spiriti e demoni di un tipo o dell'altro.

I fatti storici sulle maschere dello Sri Lanka

Le mascherine sarebbero state utilizzate dal singalese antico più o meno allo stesso e per lo stesso scopo dell'India. Stranamente, gli aborigeni pre-ariani, il Vedda dello Sri Lanka, non sembrano possedere maschere di alcuna descrizione. Credono solo in una miriade di spiriti degli antenati. Ma durante qualsiasi rituale o cerimonia di invocazione della preghiera non si indossano maschere.

Lo sviluppo dell'induismo venne arrestato dopo il introduzione del buddismo (248 aC) in Sri Lanka. Era rimasto pochissimo spazio perché le convinzioni precedenti fossero attive. Poiché il buddismo non ha interferito con le credenze e le pratiche esistenti, alcune delle credenze e delle pratiche pre-buddiste sono continuate. È un fatto strano che i gruppi tribali pre-ariani di antico Sri Lanka.

Ruolo di Ambakngoda nell'industria delle maschere dello Sri Lanka

Ambalangoda è il centro dell'intaglio delle maschere nello Sri Lanka; ha anche una reputazione, essendo un luogo importante per antichi rituali come Kola, Devil Dances. Ancora oggi, un gran numero di famiglie porta avanti l'intaglio dell'albero come industria artigianale ed è uno dei più importanti generatori di reddito per la gente di Ambalangoda.

Origine del museo delle maschere Ambalangoda

Il museo è stato inaugurato negli anni '1980 con il sostegno del governo tedesco. Questo museo delle maschere tradizionali è sponsorizzato dal ministero degli affari esteri della Germania, dal museo Linden di Stoccarda e dal museo per la voelkerunde di Berlino. I proprietari del museo sono la nota famiglia nota come famiglia Wijesooriya. Erano nell'intaglio delle maschere e nelle arti e nei mestieri della tradizione per molte generazioni.

Il museo mette in mostra la ricca cultura tradizionale dell'intaglio delle maschere sull'isola ed è un tesoro della cultura e delle arti tradizionali dello Sri Lanka. Il museo è un grande contributo per preservare la forma tradizionale di arte e artigianato nella regione.

Le museo è stato istituito nella casa del maestro artigiano Ariyapala Wijesooriya. Oggi la parte inferiore dell'edificio occupa il museo delle maschere e il centro ricerche mentre il piano superiore è dedicato a a zona commerciale, dove si vendono le maschere e altri souvenir.

Il museo è costituito da un gran numero di maschere molto preziose, alcune delle quali hanno più di diversi secoli. Oltre a guardare le maschere tradizionali, si possono anche imparare i diversi tipi di maschere utilizzate oggi e il loro utilizzo nella vita quotidiana delle persone.

Oltre al museo delle maschere, esiste un centro di ricerca sull'antropologia che consente di proseguire gli studi nel danza tradizionale dello Sri Lanka, folklore, danza del diavolo e rituali e arti e mestieri popolari. Pertanto, è un prezioso centro di apprendimento per studenti e studiosi interessati alle maschere tradizionali e alla loro tradizione.

Museo delle maschere come attrazione turistica

Il museo delle maschere attira anche un gran numero di turisti nazionali e internazionali. Il museo si trova vicino a molti destinazioni di vacanza al mare sul costa occidentale dello Sri Lanka. Ambalangoda, spiaggia di Bentota, Beruwala, Kalutara, Galle, Unawatuna ed Matara sono i luoghi di villeggiatura più frequentati a breve distanza dal museo delle maschere. Il museo può essere esplorato in un'escursione di un giorno da uno qualsiasi degli hotel sulla spiaggia della costa occidentale.

Di solito, il museo delle maschere di Ambalangoda è uno dei luoghi popolari delle attrazioni visitate dai turisti, che fanno Giro turistico di Galle dalla località balneare della costa occidentale. IL Il tour di un giorno a Galle include molti luoghi interessanti con il museo delle maschere Ambalangoda. I tour operator come i tour Seerendipity offrono l'escursione giornaliera di Galle più volte alla settimana e puoi organizzare un'escursione privata in qualsiasi momento della settimana.

Le forme tradizionali di arti e mestieri vengono trascurate a causa dell'abbraccio delle nuove tecnologie da parte delle generazioni attuali. Pertanto il numero di artisti tradizionali come i ballerini Kolam, i ballerini del diavolo e gli artigiani delle maschere sono in calo e mostrano una continua diminuzione delle tradizioni locali negli ultimi decenni. Pertanto il museo delle maschere di Ambalangoda e il centro di ricerca dovrebbero preservare questo prezioso patrimonio proteggendolo per le generazioni future.

Devo pagare i biglietti d'ingresso al museo delle maschere Ambalangoda?

Non ci sono biglietti d'ingresso al Museo delle Maschere di Ambalangoda. Non solo il museo è visitabile gratuitamente, ma esiste anche un servizio di guida gratuito per tutti i visitatori. Pertanto i visitatori possono conoscere le maschere e i suoi benefici per la comunità. Dovresti davvero visitare questo posto se sei interessato alle forme di danza tradizionali e alle danze popolari perché mette in mostra un gran numero di maschere tradizionali e il modo in cui sono state utilizzate.