Manikdena sito storico e riserva naturale

Manikdena sito storico e riserva naturale

Il sito archeologico di Manikdena si trova nella provincia centrale della provincia centrale dello Sri Lanka. IL sito storico situato in un villaggio rilassato e visitato da un gran numero di viaggiatori. La maggior parte dei visitatori sono viaggiatori dello Sri Lanka e lo è luogo non popolare tra i viaggiatori stranieri.

Visitare templi buddisti in Sri Lanka

Tutti i visitatori di questi luoghi sacri dovrebbero vestirsi in modo particolare per sostenere i propri valori religiosi. Esiste una serie di regole che ogni visitatore dei siti religiosi osserva durante la visita ai luoghi sacri in Sri Lanka. Se ti stai chiedendo quali sono queste regole, consulta questo articolo”13 REGOLE DA OSSERVARE DURANTE LA VISITA DEL TEMPIO BUDDISTA DELLO SRI LANKA, ABBIGLIAMENTO DEL TEMPIO DELLO SRI LANKA CODICE D'ABBIGLIAMENTO DEL TEMPIO DEL DENTE".

Storia del sito storico di Manikdena

Era noto come Manikdena Pabbata durante la seconda metà del Periodo di Anuradhapura (555-573 d.C.), e il Complesso del tempio buddista era conosciuto come Buddharatagma e Butgama durante il regno del re Kitsiri Mevan. Manikdena ha un raro tipo di combinazione di natura, storia e religione. Manikdena non è solo un importante sito storico in Sri Lanka ma anche un sito religioso molto popolare. Viene visitato da un gran numero di persone ogni anno a causa dell'importanza storica e del valore naturale.

Si ritiene che il re Kitsiri Mewan sia il fondatore dello storico complesso monastico qui. Secondo le prove storiche, era stato utilizzato dai monaci del buddismo Mahayana. Il tempio di Manikdena era stato uno dei tanti luoghi in cui in passato era custodita la reliquia del dente del Buddha.

Sito storico di Manikdena come luogo di campeggio

Il tempio storico fu temporaneamente utilizzato come campeggio per l'esercito del re Vijayabahu (1055-1110 d.C.). Era stata la residenza di un gran numero di monaci ed era stata dotata del patrocinio statale da molti governanti di successo. L'ultimo monaco dello Sri Lanka, che ha raggiunto il Arahat vissuto qui.

Quando il monaco morì, il suo corpo fu posto in una bara splendidamente tempestata di gemme e sepolto. Il nome "Manikdena” denota la bara decorata con pietre preziose.

Durante il regno del re Vijayabahu il 1st dC circa 500 monaci vivevano nel monastero. Durante gli scavi nel sito è stato scoperto un gran numero di costruzioni. Bodhigara, Dagobas, case capitolari, case delle immagini, sono alcuni degli edifici tra le scoperte. Il sito archeologico di Dagoba di Manikdena era noto come Bojjan veera in passato ed era circondato da un Bodhigara.

C'erano stati 2 ingressi in granito al dagoba. Dagoba è alto 30 piedi e il diametro misurato in 6 piedi. Dagoba è costruito sotto forma di una bolla. Ci sono 2 pietre di guardia fatte di calcari all'ingresso del dagoba. Qui si possono vedere anche 2 statue di Buddha in posizione di meditazione e l'impronta del Buddha.

La sala capitolare occupava una vasta area del tempio e aveva 4 piani, costruita su pilastri di pietra di granito. Secondo le informazioni storiche c'erano stati una decina di sauté in una casa immagine. Nessuna delle dieci sculture è visibile ora e sono state distrutte nel corso degli ultimi secoli.

La sala capitolare era stata una parte importante del tempio ed era stata una struttura di 4 negozi. Tuttavia, è completamente diminuito nel corso degli ultimi secoli e ridotto a soli pilastri di pietra oggi.

Santuario di Manikdena

Il santuario di Menikdena ha un'estensione di circa 44 acri e aggiunge valore naturale al sito. La riserva funziona come un importante bacino di utenza. La riserva è costituita da un gran numero di alberi e arbusti. La biodiversità della riserva è considerata molto elevata rispetto alle ridotte dimensioni della riserva. IL la riserva è abitata da un gran numero di animali come cervi, cinghiali e zibetti, qui si trovano spesso anche diverse specie di farfalle, uccelli e vertebrati.

La foresta è un'importante riserva naturale con molte specie di piante medicinali e l'albero dominante può essere identificato come Na-Albero (Mesua nagasurium). La riserva forestale è costituita da specie di flora endemiche, introdotte e autoctone e sono state identificate e opportunamente denominate con l'aiuto dell'Università di Peradeniya.

L'importanza archeologica del sito storico di Manikdena

Il sito archeologico di Manikdena è circondato da molti altri importanti siti archeologici come Tempio rupestre di Dambulla, Ibbankatuwa, Potana, Nalanda Gedige e Aluvhara. Le vicine attrazioni naturali, come Riverston e Pitawala Patana, sono facilmente raggiungibili dal sito archeologico di Manikdena. Il bracconaggio, la raccolta di legna da ardere e la caccia alle reliquie sono stati identificati come minacce immediate per il sito archeologico e la riserva naturale di Manikdena.

Ci sono diversi percorsi per raggiungere il sito e il più comodo percorso è sulla strada principale Dambulla-Matale. Bisogna svoltare sulla strada Badiwewa all'incrocio Manampitiya sulla strada principale Dambulla-Matale, e poi proseguire fino all'incrocio Manikdena. Dall'incrocio di Manikdena sono solo due chilometri al sito archeologico. Ci vogliono circa quattro ore per raggiungere il sito archeologico di Manikdena da Colombo.