Lo Sri Lanka è sicuro per viaggiare dopo la pandemia di COVID-19?

È insolitamente tranquillo al Fortezza rocciosa di Sigiriya, la iconica attrazione turistica dello Sri Lanka che attrae migliaia di viaggiatori ogni giorno. Nessuna delle guide turistiche locali in vista, sparse nei pressi dell'ingresso dell'antica fortezza rupestre, in attesa di clienti stranieri. Un gran numero di turisti si riunisce qui ogni giorno per ammirare il complesso della fortezza rocciosa del V secolo con uno dei giardini paesaggistici più antichi del mondo. Ma la pandemia di Corona ha svuotato il sito turistico e ha mandato tutte le guide in congedo obbligatorio non retribuito.      

Il coronavirus ha paralizzato la vita della stragrande maggioranza delle persone in tutto il mondo. Tutte le vite, che erano state catturate in una corsa senza precedenti, sono state fermate senza alcun preavviso. Abbiamo dovuto interrompere la gara, era obbligatorio per la maggior parte di noi. Il blocco del Coronavirus ci ha spinto a confinarci nelle nostre case. Il blocco del Coronavirus è stata una nuova esperienza per la maggior parte di noi in Sri Lanka e ha apportato un formidabile cambiamento nelle nostre vite. Secondo gli esperti, il virus ci ha insegnato molte lezioni importanti e ora dobbiamo continuare la vita con la presenza del virus alla nostra porta.

Impatto del Covid-19 sull'industria del turismo dello Sri Lanka

Molte industrie sono state ampiamente colpite da Coronavirus e turismo è una delle industrie che è stata duramente colpita dal Coronavirus. Le persone nei settori agricoli sono le meno colpite dal virus CORONA in Sri Lanka. Perché ai contadini è stato concesso il permesso di svolgere le loro attività agricole anche durante il periodo di lockdown. Anche altri settori come la comunità di pescatori, il settore manifatturiero e il settore alimentare sono colpiti, ma non tanto quanto il settore del turismo. 

L'economia dello Sri Lanka era in cattive condizioni anche prima della pandemia di Covid-19. La crescita del PIL si è ridotta al 2.2% nel 2019 dal 5% del 2015. Con il Covid-19 le cose peggiorano. Il guadagno del turismo è precipitato a 0 a partire da marzo 2019 e la ripresa del settore sarà lunga e lenta.

L'industria del turismo stava avendo un passato molto cupo, specialmente durante i 30 anni di guerra civile. Durante i 30 anni a partire dal 1983, solo uno sviluppo trascurabile ha avuto luogo nel settore del turismo, a causa della sicurezza instabile.

C'era stato un boom del turismo dopo il 2009, con la fine della guerra civile. Il numero di viaggiatori stranieri è aumentato a 2 milioni da mezzo milione in un breve periodo di tempo. L'industria era in forte espansione dopo il 2009 e il settore del turismo è stato identificato come un'industria chiave per sviluppare l'economia del paese.

Sfortunatamente, l'attacco della domenica di Pasqua del 2019 alle chiese e agli hotel turistici è stato un altro duro colpo per il settore. L'incidente ha causato una riduzione del numero di turisti sull'isola di oltre il 75%. Tuttavia, i settori del turismo sono stati in grado di riprendersi rapidamente dopo l'attacco orientale. 1 anno dopo il massacro della domenica di Pasqua ora è il COVID-19 un'altra formidabile sfida per l'industria del turismo.

Allentamento delle restrizioni di blocco in Sri Lanka

Il governo dello Sri Lanka ha annunciato una serie di protocolli medici che consentono la graduale ripresa dell'industria del turismo dello Sri Lanka. Lo Sri Lanka è molto popolare come modello regionale per le vacanze di piacere e il turismo naturalistico grazie alle sue spiagge incontaminate, alle foreste pluviali primaverili, riserve naturali, monumenti storici e montagne, dove sono disponibili attività adrenaliniche.

Lo Sri Lanka ha segnalato 2000 casi di coronavirus entro il 25 giugno 2020 e 11 morti fino ad oggi, un numero notevolmente inferiore rispetto alla maggior parte dei paesi del mondo. Mentre i casi di coronavirus continuano ad aumentare a causa dell'arrivo di espatriati dello Sri Lanka, la perdita di molte migliaia di posti di lavoro ha esercitato pressioni sul governo dello Sri Lanka affinché riprendesse l'industria del turismo.

Mentre gli hotel, i ristoranti e le riserve naturali possono intrattenere i viaggiatori con capacità limitata (circa il 50% della capacità), si è verificato un ulteriore allentamento per consentire alle persone di impegnarsi in attività religiose nei templi, nelle chiese e in altri luoghi religiosi. Le università e le scuole dovrebbero iniziare nel mese di luglio.

Secondo le statistiche circa 2 milioni di persone sono coinvolte direttamente e indirettamente nell'industria del turismo. D'altra parte, il turismo è uno dei settori più importanti che contribuisce pesantemente all'economia dello Sri Lanka. Questa fonte di valuta forte si è esaurita senza alcun preavviso con le restrizioni di viaggio entrate in vigore nel mese di marzo.

Un gran numero di viaggiatori stranieri è rimasto bloccato in Sri Lanka a causa dell'arresto del volo

Anche il governo dello Sri Lanka ha chiuso il suo aeroporto il 17th marzo in vista del controllo dei pazienti CORONA importati. La restrizione di viaggio imposta dal governo all'interno dell'isola e le persone erano limitate alle case. Dopo più di 2 mesi di blocco, il governo ha iniziato ad allentare gradualmente il coprifuoco del virus CORONA e ha esortato le persone a seguire il protocollo di sicurezza man mano che si abituano alla solita vita.

4 mesi dopo il 17th Marzo, sembra di essere, ora la polvere comincia a calare e si intravede il puntino di luce. Tutti gli abitanti dello Sri Lanka sono stati in grado di svolgere la loro vita abituale grazie al lungimirante programma impedito dal CORONA svolto dal personale medico, dalla polizia e dalle forze armate. 

Secondo le informazioni del governo, nessun paziente CORONA è stato scoperto sull'isola negli ultimi 40 giorni. Tuttavia, gli espatriati dello Sri Lanka, arrivati ​​di recente sull'isola, stanno contribuendo al pool di pazienti CORONA. Tuttavia, un gran numero di espatriati si trova nei centri di quarantena mentre altri espatriati dello Sri Lanka sperano di arrivare sull'isola nel prossimo futuro.

Apertura graduale e controllata dello Sri Lanka ai turisti

Secondo il ministro del turismo dello Sri Lanka, Prasanna Ranatunga, il governo sta pianificando di aprire l'aeroporto ai viaggiatori stranieri dal 1° agosto 2020, "Stiamo aprendo l'aeroporto ai viaggiatori stranieri dal 1° agosto 2020, ma può essere anche prima, nel mese di luglio” ha detto il ministro del turismo. Un gran numero di persone si aspettava di sentire quel messaggio, che è stato accolto con favore da tutte le parti interessate dell'industria del turismo. Secondo le autorità turistiche dello Sri Lanka, l'isola sarà aperta ai viaggiatori di tutti i paesi del mondo.

Il paese sarà aperto ai viaggiatori internazionali, ma sarà un processo graduale e controllato secondo le autorità turistiche dello Sri Lanka. "Abbiamo già introdotto linee guida sulla sicurezza per la maggior parte delle imprese, compreso il settore del turismo, relative alle operazioni post Corvid", secondo il ministero della salute Anil Jasinghe.

Nel frattempo, tutti i giardini zoologici e i parchi nazionali sono stati riaperti ai visitatori dal 15 giugno 2020. Il 26 giugno 2020 il Dipartimento dei musei nazionali dello Sri Lanka ha annunciato che tutti i musei dell'isola saranno aperti al pubblico dal 1° luglio in poi. Il segretario del Ministero del Buddhasasana, degli affari culturali e religiosi ha annunciato che anche tutti i siti archeologici saranno aperti ai visitatori dal 1° luglio 2020 in poi.

Protocollo sanitario per operazione post covid

La scorsa settimana l'ente turistico dello Sri Lanka ha diffuso una serie di protocolli sanitari relativi all'industria del turismo. Che era alla pari con la maggior parte delle altre linee guida sanitarie emesse dalla maggior parte degli altri paesi del mondo. "Le linee guida possono essere accettate dai viaggiatori di tutto il mondo e sono conformi ai più alti standard di sicurezza e tracciabilità e riducono al minimo il rischio di trasmettere il virus al personale locale", ha affermato il capo dell'associazione alberghiera dello Sri Lanka.

Il protocollo sanitario emanato dagli enti turistici dello Sri Lanka è formulato dalle autorità sanitarie dopo un confronto con operatori privati ​​e funzionari governativi. Sarà applicabile a tutte le parti interessate nel settore del turismo come albergatori, ristoranti, agenzie di viaggio, società di autonoleggio, trasporti locali, turismo termale e del benessere, tra gli altri.

Lo Sri Lanka è principalmente una destinazione per le vacanze di piacere e un gran numero di viaggiatori prende parte alle vacanze al mare. Visitare luoghi come monumenti storici, parchi naturali e foreste pluviali sono anche altre attività importanti.   

Il protocollo disciplina le linee guida sull'uso delle mascherine nelle aree pubbliche, sui veicoli, la pulizia e la disinfezione di hotel e altre proprietà in cui si imbattono i viaggiatori. La disinfezione delle attrezzature durante i viaggi in Sri Lanka o le visite alle attrazioni turistiche e come mantenere le linee guida sul distanziamento sociale.

Lo Sri Lanka ha controllato con successo il COVID-19

Lo Sri Lanka è stato in grado di controllare con successo la pandemia, nonostante l'ondata di casi di Covid-19 in molti paesi dell'Asia meridionale. C'è un improvviso aumento dei malati di Corvid in India, Pakistan, Bangladesh e alle Maldive. L'India è una destinazione importante per il settore turistico dello Sri Lanka, tuttavia, a causa dell'improvviso aumento dei pazienti Covid-19, è altamente improbabile che l'India sia un'opzione praticabile per il rilancio del turismo dello Sri Lanka nel prossimo futuro.

Anche se alcuni paesi hanno allentato le restrizioni di Covid-19, le restrizioni di viaggio sono ancora in vigore nella maggior parte dei paesi del mondo. Paesi europei come Regno Unito, Germania, Francia e Spagna sono paesi importanti per l'industria del turismo del Sari Lanka. Ma a causa delle ricadute economiche provocate dal Covid-19 e le restrizioni di viaggio nei paesi europei creano un barlume di speranza per i turisti in arrivo con sede in Europa sull'isola.

Allentare le restrizioni di viaggio per i viaggiatori in uscita

Lo Sri Lanka ha ricevuto quasi 2 milioni di viaggiatori all'anno prima dello scoppio della corona. Lo scoppio della pandemia della corona è iniziato nel mese di marzo del 2020, che di solito è un buon mese per l'industria del turismo con un gran numero di arrivi turistici. Un gran numero di turisti ha ridotto la durata delle proprie vacanze e ha lasciato il Paese prima che entrassero in vigore le restrizioni sui voli nel mese di marzo. Tuttavia, circa 11000 turisti avevano deciso di continuare il loro viaggio nello Sri Lanka e sono rimasti bloccati nelle località dell'isola. Un gran numero di loro soggiornava in località balneari come Mirissa e Weligama mentre altri soggiornavano in località montane come Ella e Kandy.  

Il governo ha allentato le restrizioni sui voli il 17 maggio. Solo i passeggeri in partenza potevano entrare in aeroporto, consentendo ai viaggiatori rimasti bloccati sull'isola di partire per i loro paesi d'origine. Durante il blocco, quasi 3 mesi, i viaggiatori stranieri sono stati assistiti dall'ente turistico dello Sri Lanka e i loro visti sono stati estesi senza alcun addebito. La popolazione locale aveva anche aiutato i viaggiatori stranieri fornendo alloggio e cibo gratuiti e varie altre cose.

Gli stranieri elogiano i trattamenti ricevuti durante il lockdown

Ci sono molti post sui social media che circolano su Internet sui trattamenti degli ospiti delle persone dello Sri Lanka durante il periodo di blocco. Un gran numero di turisti ha elogiato l'assistenza ricevuta dal governo e dal popolo dello Sri Lanka. Secondo le informazioni, nessun turista era stato colpito a causa di un blocco imprevisto.

Quarantena obbligatoria per i viaggiatori che arrivano prima del 1 agosto

Tutti i viaggiatori che arrivano sull'isola fino al 1° agosto 2020 saranno indirizzati ai centri di quarantena, dove saranno messi in quarantena per 21 giorni. Per comodità dei cercatori di lusso, pochi hotel hanno convertito i loro hotel in centri di quarantena. I viaggiatori possono ottenere una stanza in uno di quegli hotel a un prezzo inferiore a quello che pagano di solito. Anche i centri di quarantena gestiti dal governo possono essere utilizzati durante il periodo di isolamento, tuttavia forniscono strutture di base.

Il set di linee guida emanate dall'ente turistico dello Sri Lanka per i viaggiatori che arrivano dopo il 1° agosto

Innanzitutto, gli ospiti devono superare il controllo della temperatura e affrontare un test PCR in aeroporto. Successivamente, si recherà in un hotel vicino all'aeroporto per il pernottamento o fino all'emissione del risultato del test PCR. Questa sarà la procedura in aeroporto quando viaggi in Sri Lanka nel periodo post COVID.

Una nuova serie di linee guida sanitarie viene inoltre emanata dalle autorità sanitarie per viaggiatori in arrivo con l'apertura degli aeroporti dello Sri Lanka nella pandemia post-COVID-19. Le linee guida come di seguito,

  • Solo visto online disponibile, il visto all'arrivo non è disponibile fino a nuovo avviso
  • I viaggiatori dovrebbero trascorrere un minimo di 5 notti in Sri Lanka.
  • Tutti i viaggiatori dovrebbero aver eseguito un test PCR (il risultato del test dovrebbe essere prodotto in aeroporto) prima di imbarcarsi su un volo diretto in Sri Lanka dal rispettivo paese. Il risultato del test deve essere negativo per COVID-19 e il test non deve essere precedente a 72 ore prima dell'imbarco.
  • All'arrivo in Sri Lanka, in aeroporto sarebbe stato condotto un test PCR.
  • Un altro test PCR verrà eseguito prima che gli ospiti lascino il paese
  • La prima notte del loro viaggio nello Sri Lanka dovrebbe essere in un hotel vicino all'aeroporto di Colombo.  
  • Se i viaggiatori non mostrano i sintomi del COVID-19, possono continuare il viaggio in Sri Lanka come previsto.
  • Se un viaggiatore ha un risultato positivo per COVID-19, verrà indirizzato a un centro di quarantena o all'ospedale.
  • Se vengono rilevati sintomi, un individuo dovrebbe sottoporsi a quarantena per 14-21 giorni.
  • I controlli della temperatura verranno effettuati durante il viaggio
  • Gli ospiti devono presentare una copia dell'itinerario del tour prima di iniziare il viaggio
  • I viaggiatori non devono utilizzare i mezzi pubblici