Evoluzione della cultura e della tradizione dello Sri Lanka

Cultura e tradizione dello Sri Lanka

L'isola di Lo Sri Lanka offre molto di più che splendide coste: lasciarsi alle spalle le spiagge per un momento e allontanati dalla riva per scoprire come si è sviluppata la diversa tradizione dello Sri Lanka negli ultimi secoli. Il vibrante ecosistema dell'isola si è evoluto nel corso degli innumerevoli millenni, le cime isolate si sono ammantate foreste pluviali primordiali raggianti con un numero infinito di Fauna e Flora, molti di questi residenti non si trovano in nessun'altra parte del pianeta. I marinai asiatici la chiamavano la lacrima dell'India e i marinai greci chiamavano l'isola serendivus, tuttavia, l'isola dello Sri Lanka era un popolare parco giochi del commercio internazionale in oriente e che aveva alimentato la cultura e la tradizione dello Sri Lanka negli ultimi millenni.

Luoghi per vedere la cultura dello Sri Lanka e tradizione

I giorni al mercato centrale di Colombo inizia la mattina presto, l'aria afosa si mescola alle voci e profuma di cannella, cardamomo, peperoncino e altre spezie, venditori ambulanti che vendono riso e curry e manghi ammucchiati. Qualunque sia la spezia, la verdura e la frutta che immagini sia stipata qui, ammucchiata con un sacco di merci - Chau, Chau? Probabilmente non ne hai sentito parlare. Ogni giorno all'alba queste merci vengono trasportate dagli orti sparsi per l'isola. Alcuni vengono dal città lontane come Jaffna e Trincomalee.

Sin dai primi anni '18 l'affollato, pungente e chiassoso mercato di Colombo Manin occupa un appezzamento di terreno nel cuore della città. Il mercato di Colombo si rivolge a centinaia di migliaia di acquirenti ogni giorno dove vengono a incontrare commercianti all'ingrosso e al dettaglio. Un allegro mix di singalese, tamil e inglese è parlato da venditori e acquirenti che raccontano una storia dello Sri Lanka molto ricca e più piccante di quanto sembri.

navi mercantili

Lo Sri Lanka era un centro commerciale in oriente

È una storia così allegra: di invasori e commercianti di spezie arabi e guerre napoleoniche; ci sono mercanti cinesi, commercianti di spezie arabi, primi navigatori portoghesi, galeoni olandesi, marina britannica, schiavi del Madagascar e lavoratori migranti dall'India meridionale. Questa magnifica saga si svolge nella bellissima isola dello Sri Lanka. IL storia dello Sri Lanka è un melting pot culturale con molte religioni, razze e spezie, e poi si è trasformato in qualcosa di speciale, qualcosa di unico al mondo.

Inizio di un nuovo capitolo della cultura e della tradizione dello Sri Lanka

L'isola era senza dubbio un paradiso tropicale quando il leggendario re Vijay dall'India sbarcò sulla costa nord-occidentale nel 3rd Secolo a.C. La storia umana dell'isola inizia durante l'età della pietra e l'uomo di Balangoda (Homo sapiens Balangodensis) un nuovo capitolo dell'umanità è stato un contributo di quest'isola.  

Le pagine importanti sono state scritte su Vijay e il suo seguito. Hanno chiamato l'isola sconosciuta "Thambapani”, terra color rame, come le loro mani diventavano rosse quando toccavano la sabbia sul terreno. Vijaya e il suo seguito si rifugiarono sull'isola e crebbero fino a diventare una delle culture più formidabili del mondo antico con molto sistema avanzato di gestione dell'acqua, competenze ingegneristichee capacità artistiche.

Vijaya ha iniziato lo stufato etnico nell'isola quando ha sposato a Regina dello Sri Lanka, secondo la leggenda il matrimonio non è sopravvissuto a lungo, tuttavia, il clan di Vijaya ha continuato a crescere fino a diventare il gruppo etnico predominante dell'isola, i singalesi. D'altra parte, il Abitanti dell'età della pietra sono stati rinchiusi nelle giungle e un piccolo numero di loro vive ancora nelle giungle di Nilagala e conosciuto come Vedda.

Influenza straniera nella cultura e nella tradizione dello Sri Lanka

Da allora commercianti, missionari, invasori, esploratori, un rivolo di amanti della natura e viaggiatori si sono diretti verso questo paradiso tropicale nel corso dei millenni. Poiché la via della seta divenne la linfa vitale del commercio mondiale delle spezie nel periodo medievale, l'isola fu aperta al mondo esterno e divenne un popolare porto commerciale in oriente, frequentato da commercianti provenienti da India, Cina, arabi e greci.

festival del cibo delle spezie sri lanka

Ruolo di portoghese nello Sri Lanka cultura e tradizione

Più tardi, il capitano portoghese, Don Lourenco de Almeida, si imbatté nell'isola nel 1505, mentre veniva gettato sulla costa meridionale colto da una tempesta. Fino ad allora, un'isola di 64000 chilometri quadrati era rimasta al sole con le sue comunità native mentre fungeva da emporio commerciale in oriente.

Il contributo olandese alla cultura e alla tradizione dello Sri Lanka

Il Gli olandesi arrivarono sull'isola, circa un secolo dopo, a partire dal 1756, che scrisse un nuovo capitolo importando schiavi, introducendo la canna da zucchero, e dando all'isola un nome Celiao, che divenne Ceylon nelle mani di ricchi piantatori britannici. Furono loro a uccidere spietatamente l'animale per divertimento ea disboscare la foresta pluviale primordiale per coltivare tè, caffè e china; hanno cacciato molte creature della foresta fino all'estinzione nei 18 anni.

Il Contributo britannico allo Sri Lanka cultura e tradizione

All'inizio degli anni '17 i governanti coloniali francesi tentarono di ottenere il controllo sulla regione marittima dell'isola, tuttavia fu uno sforzo inutile che causò una pesante perdita all'esercito francese. Tuttavia, la potente Compagnia britannica delle Indie orientali si assicurò il controllo lungo le coste dopo che gli olandesi avevano abbandonato il controllo sull'isola. Il cambio di amministrazione fu molto indolore per l'esercito britannico poiché gli olandesi si ritirarono pacificamente dall'isola dopo 150 anni di controllo. Tuttavia, è stata una grossa perdita per gli uomini d'affari della compagnia olandese dell'India orientale perché l'isola era molto redditizia per loro.

Piantagioni di tè dello Sri Lanka
Piantagioni di tè dello Sri Lanka sono un popolare luogo di visita nella regione collinare e inclusi nella maggior parte Sri lank viaggi come 5 giorni Tour delle colline dello Sri Lanka.

L'isola era più redditizia sotto la Compagnia britannica delle Indie Orientali poiché si avventuravano in nuove aree di attività oltre al tradizionale commercio di spezie, industria di alcol, tè, caffè, china, gomma e spezie; pietre preziose e avorio hanno reso l'isola una miniera d'oro per l'amministrazione britannica.

L'origine di CEYLON

Gli inglesi ricreano l'isola sotto una nuova identità "CEYLON", il nome che echeggiò in tutto il mondo come la migliore nazione produttrice di tè al mondo. Le coperture forestali primarie erano scomparse, sostituite da piantagioni di tè chilometri dopo chilometri, piantagioni di gomma e molte altre colture importate.

Industria del tè

'Dicono che sia il succo che si estrae dalle due foglie e il germoglio del cespuglio di tè che scorre nelle vene delle persone che vivono in montagna', dice Nanadani, una guida che aiuta i visitatori del Museo del tè di Kandy, mentre marcia nella sala dove sono ben disposti i reperti. Dedicato al ricco passato storico dell'industria del tè dello Sri Lanka, è ambientato in una fabbrica di tè restaurata fondata da un piantatore britannico nei primi anni '18, in uno degli angoli più pittoreschi del regno di Kandyan noto come Hantana.

Pochi abitanti dello Sri Lanka potrebbero rivendicare vene piene di tè meglio di Rani Yasadipan, che lavora nella piantagione di tè e raccoglie preziose foglie di tè, lei rappresenta il 7th generazione dello Sri Lanka i cui antenati sono arrivati ​​nell'isola dal sud dell'India più di 150 anni prima.

Una pioggia leggera sul campo non sembra fare alcuna differenza per loro. "Conosciamo molto bene questo tipo di tempo, una leggera pioggia improvvisa segue la luce del sole, forse c'è anche un forte vento, dopo il tramonto fa molto freddo qui" dice Rani, i piantatori inglesi hanno indovinato che questo terreno fertile è perfetto per tea e Rani parla delle migliori condizioni meteorologiche per il tè, forse ancora non sa che queste condizioni soddisfano i requisiti della pianta del tè, ma i coltivatori inglesi lo sapevano.

Ceylon britannico

'Siamo in giardino dalle 06.00:XNUMX' dice, seduta sotto un'alta quercia d'argento, piantata per evitare l'erosione. 'Veniamo al campo con una torcia e iniziamo il lavoro con la caduta della prima luce del sole sul campo, devi riempire questo sacco' disse Rani mostrando un grosso sacco di nylon appoggiato con lei, 'più cogli meglio per il tuo', Rani va di nuovo al lavoro perché il tempo stringe. Il terreno roccioso con terreno montuoso nelle piantagioni richiede una buona forza fisica in quanto devono percorrere lunghe distanze con un pesante carico sulle spalle; tutto è fatto a mano qui.

Gran parte delle terre coltivabili in montagna è nascosta sotto il carpero verde pallido formato dal cespuglio di tè. Cascate a cascata, ruscelli, cime montuose ricoperte di foreste e piantagioni di tè con molte case ammassate in un piccolo villaggio isolato formano una scena pittorica.  

Per lavorare questo raccolto redditizio, la forza lavoro a basso costo veniva importata dal sud dell'India; hanno portato le proprie tradizioni e cultura da aggiungere al mix. La maggior parte di questi lavoratori delle piantagioni è rimasta nell'isola anche dopo la scadenza del contratto, quindi, all'inizio del 20th secolo il montagne dello Sri Lanka che sono stati abbandonati per molti millenni trasformati in una roccaforte tamil con un tocco dell'India meridionale.

Spettacolo culturale di Kandy

Festival dello Sri Lanka

Sri Lanka è colorato, tollerante, cosmopolita e il calendario dello Sri Lanka è pieno di una vasta gamma di cerimonie, feste, osservanze e riti. Alcuni, come Vesak, la festa buddista nel mese di maggio, è ampio e formale; altro come Festa sulla spiaggia di Hikkaduwa a Cerimonia Esala di Kandy, piccolo.  

Una volta all'anno, nel mese di luglio, migliaia di indù i devoti intraprendono il pellegrinaggio della marcia dal costa orientale dello Sri Lanka a Sri Lanka meridionale, tramite la montagne, villaggi, foreste e terreni agricoli, raggiungere Tempio Kataragama, dove si svolge la chiassosa cerimonia della camminata sul fuoco. "Questa è una parte della cerimonia di Esala ed è stata eseguita in molti altri templi indù dell'isola", ha spiegato uno dei partecipanti. "Molti templi organizzano la camminata sul fuoco: mostra la nostra fede in Dio". Uomini, donne persino bambini camminano serenamente sui carboni ardenti.

Anche dopo molti millenni, lo stufato di nazionalità, spezie, sapori e stili dello Sri Lanka continua a evolversi senza alcuna interruzione, diventando ogni giorno più ricco e più complesso.