Capitale dello Sri Lanka

La capitale di un paese è la città più importante per quella nazione, ma nel caso dello Sri Lanka è un po' diversa. Anche se la capitale è importante, i viaggiatori ne sentono parlare molto poco e visitano raramente la città. Questa capitale silenziosa non è altro che Sri Jayawardena Pura, che ospita il parlamento di Sri LankaEppure, Colombo è la città più popolare dell'isola, e chi sente il nome del paese, Sri Lanka o Ceylon, pensa prima alla città di Colombo. Per la maggior parte delle persone in tutto il mondo, Colombo è la capitale dello Sri Lanka.

C'erano state molte capitali sull'isola e la prima capitale dello Sri Lanka fu fondata dal re Pandukabhaya nel III secolo a.C. e chiamata Anuradhapura. Dopo, P, Dambadeniya Kurunegala, Yapahuwa, Kandy, Colombo e Sri Jayawardena Pura divennero la capitale dell'isola. Jayawardenapura è l'ultima città ad essere nominata capitale dello Sri Lanka, ed è oggi il centro amministrativo dell'isola.

La capitale dello Sri Lanka è stata spostata a Sri Jayawardenapura Kotte nel periodo post-indipendenza. Jayawardenapura, altrimenti nota come Kotte, è l'attuale capitale dell'isola dello Sri Lanka. Ma per la maggior parte delle persone, Colombo è ancora la capitale e Jayawardenapura non è conosciuta dalla maggior parte delle persone nel mondo. È stata dichiarata capitale dello Sri Lanka sotto il governo dell'UNP nel 1979. Era stata un'area sottosviluppata nei sobborghi e il rapido sviluppo è iniziato non appena è stata dichiarata capitale. Oggi è diventata una città ricca con infrastrutture altamente migliorate e un ambiente bellissimo e ben tenuto.

Questa popolosa città si trova nel sobborgo di Colombo ed è abitata da più di 134,114 persone, in rappresentanza di tutti i principali gruppi etnici. In passato era stata una delle numerose capitali dell'isola (1400–1565 d.C.).

La città fu costruita per la prima volta sotto la supervisione di Alakeshwara. La famiglia di Alakeshwara sbarcò in Sri Lanka nel 13th secolo d.C. Si ritiene che siano di origine malayalee, mentre alcuni storici ritengono che provenissero dal sud dell'India. Questa importante famiglia feudale era una famiglia di mercanti e risiedeva a Raigama vicino alla città portuale di Beruwala. Le prove storiche suggeriscono che Alakeshwara avesse uno stretto rapporto con i governanti di Kotte e fornisse una leadership politica e militare in epoca medievale. Vira Alakeshwara era un membro di questa famiglia che fondò la città di Jayewardenepura. Il re Vira Alakeshwara fu preso in custodia da un ammiraglio cinese nel 1411 d.C. e mandato in esilio in Cina, dove morì.

La posizione attuale è stata scelta per la città da Alakeshawara per motivi di sicurezza. È strategicamente situato tra due fiumi, vale a dire il fiume Diyawanna e il fiume Kolonnawa, e i fiumi si uniscono a un'estremità della città. In tal modo, i confini della città sono formati dall'acqua da tre direzioni, facilitando il monitoraggio dell'esercito invasore. Solo l'estremità meridionale della città era aperta alla terraferma. La città è stata invasa dai governanti del nord dello Sri Lanka, ma non sono riusciti a prendere il controllo della città a causa del potere militare del re e del paesaggio dell'area, che era fortemente favorevole alle tattiche di guerriglia.

Re Parakramabahu il 6th riuscì a portare la città sotto il suo controllo e la città fu scelta come sede della sua incoronazione nel 1415 d.C. Il potente re riuscì a riunire l'intera isola sotto un'unica corona e governò il paese da Kotte. Dopo la scomparsa del re Parakramabahu il 6th, la città perse gradualmente la sua importanza come città di spicco. A causa dei disordini politici e della caduta economica del paese durante i regni del re Buwanekabanu il 7th (1521–1557 d.C.) e il re Dharmapala (1551–1597 d.C.) (gli ultimi due re della città), la città fu privata della sua importanza. Successivamente, il regno di Kotte fu conquistato da portoghesi, olandesi e inglesi e Jayewardenepura fu trascurato per i quattro secoli successivi.

Jayewardenepura era un'importante città con un background religioso e aveva svolto un ruolo importante nella rinascita del buddismo. Gruppi di monaci provenienti da Siam, Cambogia e Birmania arrivarono qui nel 1425 d.C. per ottenere l'Upasampada. Il secondo gruppo di monaci arrivò nel 1476 d.C. dalla Birmania e ottenne l'Upasampada da Vidyagama Thera di Kelaniya. Ancora oggi, molti dei più importanti templi buddisti si trovano a Jayewardenepura. Tuttavia, la popolazione della città è prevalentemente buddista, che si stima sia superiore al 90%.

Al momento, Sri Jayawardenapura è una città moderna ben sviluppata con splendidi dintorni. La città ospita un gran numero di laghi, fiumi, zone umide e aree forestali. Questa bellissima città è ben pianificata e sviluppata, mantenendo l'equilibrio tra modernismo e natura. Tuttavia, la città non è inclusa nella maggior parte dei pacchetti turistici organizzati per i viaggiatori stranieri perché non offre importanti attrazioni turistiche o opportunità di shopping.