Badulla Sri Lanka

Badulla Sri Lanka

Badulla è la capitale della provincia di Uva, nello Sri Lanka, abitata da una considerevole popolazione di Tamil dell'entroterra. L'intera regione è una delle aree di coltivazione del tè più importanti dell'isola con un gran numero di fabbriche e piantagioni di tè. 

Alcuni dei migliori tè di Ceylon di alta coltivazione le varietà sono prodotte con le foglie di tè che crescono Badulla, trovandosi a più di 700 metri sopra il livello del mare, offre le migliori condizioni per la coltivazione del tè. Tuttavia, nonostante l'abbondanza di piantagioni di tè a Badulla, è molto raramente inclusa Tour delle piantagioni di tè dello Sri Lanka.

Gran parte del territorio di Badulla è coperto da piantagioni di tè. L'allevamento di animali è un altro importante metodo di reddito della gente di Badulla. Tuttavia, il turismo non è così importante per il reddito della gente di Badulla. Nonostante il suo bellezza naturale, Questo fuori dai sentieri battuti non è stato in grado di attirare l'attenzione dei viaggiatori dello Sri Lanka a causa del lungo viaggio da Colombo aeroporto.

Può essere considerato il centro dei produttori di latte dell'isola. Badulla situata nello scappamento meridionale della catena montuosa centrale ed è raggiungibile senza troppa fatica mentre non gode di una protezione significativa dalla catena montuosa.

Un esempio per mostrare la vulnerabilità di Badulla è il invasione dei portoghesi 1615 che fece estesi danni alla città. Il portoghese potrebbe raggiungere la città senza troppi sforzi, a differenza Kandy dove hanno fallito a causa delle montagne intorno a Kandy. Sempre nel 1630, i portoghesi invasero nuovamente la città e il palazzo del re fu bruciato.

La storia di Badulla risale al 17th secolo in quanto è stato utilizzato come capitale dell'isola. Successivamente la capitale fu spostata a Kandy, privando Badulla della funzione di capitale dell'isola. Nel 19th secolo, Badulla era il centro dei piantatori britannici di tè, hanno costruito l'ippodromo, Campo da golfe campi da tennis e formò un club di cricket per i ricchi piantatori.

Oggi la maggior parte di loro è in condizioni fatiscenti e ne rimane ben poco. Badulla è una bellissima città con un gran numero di luoghi di importanza storica e naturalistica, che è dimenticato dai turisti. Viene visitato principalmente dai viaggiatori, che visitare la costa orientale dello Sri Lanka. I turisti che si stanno dirigendo verso Arugam Bay, Pasikuda e Kalkuda fanno una sosta a Badulla per rinfrescarsi prima del resto del lungo viaggio da Colombo.

Si crede Alu più Lo farò sono le origini del termine Badulla, che significa il luogo, dove apparve la luce del Buddha. Il quartiere di Badulla è uno dei più pittoreschi, è una meta visitata dai viaggiatori locali, che amano visitare destinazioni di vacanza in montagna.

È pieno di risorse naturali come foreste, bacini idrici, cascate, montagne e scappamenti. Badulla non è solo ricca di risorse naturali ma anche molto ricca di storia. Ci sono molti luoghi di importanza storica come Tempio buddista di Mutiyangana, da visitare a Badulla.

Badulla comanda una vista panoramica sulle montagne circostanti come Haputale, Namunukula e Narangoda. È circondato dai quartieri di Kandy, Matale, Ampara, Monaragala, Ratnapurae Nuwara Eliya. Badulla ha un'estensione di 2860 kmq.

Badulla è un importante bacino di utenza nello Sri Lanka e un importante contributo per fiumi e torrenti nelle montagne come Mahaweli, Badulu Oya e Ulhitiya Oya.

Nagadeepa wewa, Horabora wewa, Wellawa wewa, Mapa wewa, Maduru Oya, Ulhitiya, Ratkinda, Loggal Oya sono diversi laghi di grandi dimensioni situati a Badulla. Queste risorse idriche vengono utilizzate per generare energia idroelettrica. Belle cascate come Dunhida, Ravana e Bambarakanda esaltano la bellezza naturale di Badulla. Badulla è una rara destinazione turistica dove si possono vedere tutte e tre le condizioni climatiche, vale a dire le condizioni climatiche umide, secche e aride dell'isola.

Attrazioni Tempio Muthiyangana

Il tempio Muthiyangana è uno dei monumenti storici meglio conservati a Badulla. Anche se i portoghesi hanno saccheggiato la città, non sono stati arrecati danni significativi al tempio di Muthiyangana. Robert Knox ha riferito sul sito nel suo libro "A Historical relationship to the island of Ceylon", che è stato scritto nel 1681 mentre era sotto la custodia del re di Kandy. Il Dagoba del tempio dovrebbe avere più di 2,000 anni.

Tempio di Kataragama

Tempio di Kataragama che si trova vicino al Muthiyangana Raja Maha vihara ospita alcune delle migliori sculture in legno e dipinti dello Sri Lanka.

Silpola Raja Maha Vihara

Silpola Raja Maha Vihara si trova nel villaggio di Silpola. L'antica percorso che collegava Rajarata e Uva stava superando questo punto nei primi giorni di Storia dello Sri Lanka. Bisogna andare a Hali Ela da Badulla e poi Silpola Raja Maha Vihara è a pochi chilometri da Hali Ela. Si ritiene che il tempio sia stato costruito dal re Walagambahu nel 1st Secolo a.C. Vira Keppetipola ebbe stretti contatti con il tempio durante la rivolta di Uva; quindi fu totalmente distrutto dai soldati kandiani. Oggi questo tempio è un sito archeologico e sotto la supervisione del dipartimento archeologico dello Sri Lanka.

Ponte Bogoda

Gallanda Oya scorre davanti al Bogoda Raja Maha Vihara. Nell'antichità c'era stato un ponte di legno sul Gallanda Oya, che collegava la provincia di Uva con Kandian regno. Il ponte era una struttura in legno ed è stato costruito sotto il patrocinio del re Sri Vikrama Rajasinghe. Il ponte fu costruito dal 1798 al 1815 ed è lungo 50 piedi mentre la larghezza è di 6 piedi. La struttura completa è costruita su due massicce colonne di legno. Il tetto fornisce la protezione e ci sono 20 pilastri di legno per sostenere il tetto.

Ponte Demodara

Questo raro tipo di ponte si trova sulla strada per Demodara ed è stato costruito durante l'era coloniale britannica. Il ponte fu costruito durante la seconda guerra mondiale; pertanto le navi non venivano utilizzate per il trasporto di merci in quanto venivano distrutte dagli avversari. A meno che questo ponte non fosse anche una struttura in ferro come la maggior parte dei ponti costruiti dagli inglesi. Il Ponte di Demodara è realizzato in granito utilizzando il know-how degli ingegneri locali.

Cascate di Badulla

Alakolagala Ella

Questa bellissima cascata si trova sulla strada principale Beragala-Wellawaya. Dista circa 6 km da Koslanda e 3 km da Wellawaya. Il torrente Alakolagala inizia nel monte Makuldeniya e sfocia nel Randapola Oya. La cascata proviene dalle acque del torrente Alakolagala ed è alta 99 piedi. Questa cascata è circondata da una fitta vegetazione. Dalla cascata si possono intravedere le cime del Makuldeniya e del Niyankolais. La zona è abitata da elefanti selvaggi.

Kudalu Oya Ella

La cascata Kudalu Oya si trova a circa 4 km da Koslanda sulla strada principale di Punagala. Questa magnifica cascata è alta 66 piedi e alimentata dalla Puna Gala Oya.

Diyabettama Ella

Edandawela è un piccolo borgo situato a circa 8 km a est di Koslanda. Si può raggiungere Bulathwela da questo villaggio utilizzando uno stretto sentiero. Diyabettama Ella si trova nel villaggio di Wekada, a pochi passi da Edandawela. La cascata è circondata da una fitta giungla ed è accompagnata da elefanti selvatici. Pertanto il visitatore deve stare attento quando marcia verso la cascata attraverso la giungla.

Diyaluma

Forse Dyaluma è la cascata più popolare di Badulla. È originato dalle acque di quello degli affluenti di Kirindi Oya. La cascata si trova a Koslanda ed è alta 220 metri. Questa magnifica cascata è circondata dalla nebbia, nasce dalla cascata, in un dato momento. Pertanto, la cascata si chiama Diyaluma per indicare questo effetto.

Può essere comodamente raggiunto dalla strada principale Beragala-Wellawaya. La cascata crea uno scenario molto bello soprattutto durante il periodo dei monsoni quando è piena d'acqua. Questa cascata a cascata è composta da 7 parti e possono essere osservate solo quando si guarda dall'estremità superiore della cascata.

Cascata di Dunhida

A quattro chilometri da Badulla si trovano le spettacolari cascate Dunhida alte 58 metri. La cascata si raggiunge dopo 1.5 km di cammino tra fitta vegetazione e sentiero un po' impegnativo su roccia ghiaiosa e granitica. L'acqua che sgorga dalla cascata conduce al grande stagno a valle del torrente. La leggenda dice che lo stagno utilizzato per nascondere il prezioso del principe Uva Kumarasinghe. Si ritiene che lo stagno sia abitato dal fantasma che protegge gli oggetti di valore.