Lo Sri Lanka riceve un premio dalle Nazioni Unite per il ripristino delle mangrovie

Gli straordinari sforzi dello Sri Lanka nel ricostruire e rivitalizzare i suoi ecosistemi di mangrovie gli sono valsi il riconoscimento come faro delle Nazioni Unite per il restauro mondiale per il 2024.

Martedì 27 febbraio, all'Assemblea delle Nazioni Unite per l'ambiente, a Nairobi, in Kenya, Anil Jasinghe, amministratore delegato dell'Ufficio per i cambiamenti climatici dello Sri Lanka, e il professor Sevvandi Jayakody, docente senior presso l'Università di Wayamba, hanno ritirato il premio.

A loro si sono uniti l’Alto Commissario Veluppillai Kananathan e Ruwan Wijewardena, uno dei principali consiglieri presidenziali sul cambiamento climatico.

La sede del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP) a Nairobi, in Kenya, ospiterà la sesta sessione dell'Assemblea delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEA-6) dal 26 febbraio al 1 marzo 2024.

Il Comitato aperto dei rappresentanti permanenti si è riunito prima dell'UNEA-6, dal 19 al 23 febbraio 2024, e ha contribuito alla fondazione dell'Assemblea.

Questo riconoscimento evidenzia la leadership dello Sri Lanka nell'affrontare le questioni ambientali e incoraggia altre nazioni a dare la massima priorità alle iniziative di ripristino degli ecosistemi. Lo stimato premio evidenzia l'abile attuazione da parte dello Sri Lanka dei Principi delle Nazioni Unite per il ripristino dell'ecosistema, evidenziando le migliori pratiche significative a livello globale che potrebbero aprire la porta a futuri trionfi globali.

Le catastrofiche conseguenze dello tsunami del 2004 hanno reso chiaro quanto siano importanti le mangrovie nella protezione delle coste. Anche con questa consapevolezza, la continua distruzione delle mangrovie e la mancanza di una strategia formale di conservazione hanno ostacolato il progresso.

Dal 2015, lo Sri Lanka ha lavorato per rafforzare i suoi ecosistemi costieri e, di conseguenza, sono state formate coalizioni complete per un’azione e una conservazione efficienti attraverso la creazione di gruppi di esperti, task force, leggi, piani d’azione e standard di ripristino.

Un metodo innovativo e scientificamente fondato che mette al primo posto il ripristino dei servizi ecosistemici guida la strategia di ripristino delle mangrovie dello Sri Lanka. L’obiettivo è migliorare le connessioni e ripristinare l’equilibrio in tutto l’ecosistema.

Un paradigma di restauro lungimirante è emerso come risultato del coinvolgimento dei giovani come ricercatori e potenziali leader nel campo del restauro, nonché della cooperazione tra vari gruppi di parti interessate, tra cui il governo, l'università, il settore imprenditoriale, le organizzazioni non governative e il Comunità.

Il Premio Flagship Restoration delle Nazioni Unite riconosce gli approcci innovativi dello Sri Lanka al ripristino di questi ecosistemi chiave, che sono essenziali per l'economia dell'isola e sostengono innumerevoli vite. Questo riconoscimento arriva in un momento opportuno.