Cultura ed etichetta in Sri Lanka

Sommario

I costumi e le usanze dello Sri Lanka

Sri Lanka sembra essere il paese più occidentalizzato dell’Asia meridionale dall’esterno. A causa della fiorente industria del turismo e dell'uso diffuso dell'inglese, i visitatori possono spesso confondere l'isola con qualcosa di più familiare di quanto non sia in realtà. Tuttavia, se esamini più da vicino, potresti notare esempi di diversità culturale ovunque.

Essere autentici

Di solito parlare apertamente durante un dibattito si ritorce contro e ti fa sembrare ingenuo e irrispettoso. I membri dello staff di hotel esclusivi sono un perfetto esempio di quanto gli srilankesi apprezzino la gentilezza e la civiltà.
Gli srilankesi sono generalmente contenti della loro isola, dei risultati ottenuti dal loro paese e (soprattutto) della loro squadra di cricket. Una delle domande più popolari dei turisti è “Lo Sri Lanka è bello?”

Alcuni concetti occidentali non sono ancora arrivati ​​sull’isola. Nello Sri Lanka non è consentito essere in topless o nudi su nessuna spiaggia. Inoltre, è consuetudine per Coppie dello Sri Lanka nascondersi dietro enormi ombrelli nelle sezioni più tranquille dei parchi e dei giardini botanici piuttosto che fare palesi manifestazioni fisiche di devozione in pubblico. È consuetudine mangiare e stringere la mano alle persone con la mano destra.

Etichetta del tempio

Tutti i visitatori dei templi buddisti e indù dovrebbe vestirsi in modo appropriato. Ciò significa che devi coprire spalle e gambe, toglierti scarpe e copricapo ed entrare Templi buddisti. L'abbigliamento da spiaggia è improprio e offensivo. A volte non è chiaro quando togliersi scarpe e cappelli nei grandi templi, quindi in caso di dubbio, segui la gente del posto. Infine, tieni presente che esplorare i templi a piedi nudi a volte può essere più complicato di quanto potresti immaginare, soprattutto quando il sole tropicale solleva la pietra sotto i tuoi piedi a temperature simili a quelle di un forno. Tuttavia, indossare calzini è assolutamente accettabile.
Anche se non è consigliabile farsi fotografare di fronte a Immagine del Buddha, ci sono altre due osservanze buddiste tradizionali che sono osservate solo parzialmente in Sri Lanka. In primo luogo, scoprirai che non è così severo come, ad esempio, la Tailandia quando si tratta del divieto di puntare i piedi verso le immagini del Buddha, anche se a volte vedrai persone sedute davanti a loro con le gambe ben infilate sotto di loro. Tuttavia, non molte persone aderiscono all'antiquato precetto buddista secondo cui i dagoba dovrebbero essere esplorati solo in senso orario.

Ci sono alcune variazioni ai codici di scarpe e abbigliamento che si applicano ai templi indù. In alcuni casi, gli uomini devono togliersi la camicia prima di entrare nel santuario interno; in altri, le donne sono spesso completamente escluse. Ai non indù non è consentito accedere al santuario interno.

Un monaco o prete residente ti offrirà un tour di alcuni templi buddisti e indù e in seguito ti verrà chiesto di fare una donazione. Occasionalmente, "guide" non ufficiali si presenteranno in altri posti e insisteranno nel farti pagare per portarti in giro. Cerca di non sentirti costretto ad accettare guide non autorizzate se non è la tua preferenza.

Caramelle, elemosina e soldi

Dare ai mendicanti è una decisione personale, ovviamente, ma non c'è niente di sbagliato nel prestare qualche soldo ai malati e agli anziani, che spesso si radunano fuori dalle moschee, dalle chiese e dai templi. Tuttavia, devi stare attento a non innescare un effetto domino di eccessiva dipendenza o a esagerare le tue aspettative di generosità dall’esterno. Per questo motivo non bisogna mai regalare omaggi ai bambini ed essere parsimoniosi nella cifra donata (è sempre meglio donare piccole somme a molte persone che una grossa somma ad uno sfortunato che attira la tua attenzione). Inoltre, evitare di dare ai mendicanti che prendono deliberatamente di mira i turisti.
Purtroppo, non è raro che scolari eccezionalmente ricchi – e talvolta anche adolescenti e adulti – si impegnino in una forma di pseudo-accattonaggio. Questo di solito si manifesta come richieste di denaro (di solito formulate come “una moneta straniera?”), materiale scolastico o caramelle (bonbon). Purtroppo, la benevolenza sbagliata dei viaggiatori precedenti è ciò che ha portato a questa pratica. Con la falsa convinzione di aiutare la gente del posto, questi turisti distribuivano tutti i suddetti beni. Piuttosto, hanno promosso una cultura mendicante che denigra gli srilankesi e crea problemi per tutti i futuri visitatori. Dona a un'organizzazione di beneficenza rispettata o a una scuola locale se vuoi veramente aiutare la tua città.

"Qual è la tua destinazione?"

I concetti occidentali di privacy e isolamento non sono ampiamente compresi o rispettati Sri Lanka dalla cultura del paese è incentrato su comunità di villaggio affiatate dove le persone conoscono i rispettivi affari e gruppi familiari allargati. Le persone naturalmente curiose fanno spesso le stesse domande più e più volte, come "Dove stai andando?" "Come ti chiami?" e "Qual è il tuo paese?" Potrebbero farti diventare un po' pazzo se lo sei viaggiare nello Sri Lanka per molto tempo, ma è importante ricordarsi di essere educati e di pensare al potenziale danno che la tua maleducazione o impazienza potrebbe causare alla percezione degli stranieri e al trattamento degli altri che ti seguono. Anche con le mascelle serrate, un semplice “Sto solo camminando. Inghilterra. John." e un sorriso dovrebbe bastare. Quando tutto il resto fallisce, un pizzico di umorismo surreale di solito fa il trucco (“In Australia. Marte. Lord Mountbatten.”) senza offendere; dopo tutto, gli srilankesi generalmente apprezzano che venga mostrata una prova diretta della credenza popolare secondo cui tutti gli stranieri sono completamente squilibrati.